Questo sito contribuisce alla audience di

L'Abete bianco dei rilievi Alpini Italiani

L’Abete bianco, Abies alba, è un albero spontaneo della famiglia delle Pinaceae. Cresce in modo spontaneo nelle zone montane fra i 400 e i 2100 metri di quota, dove trova il suo clima ideale nelle[...]

abeteL’Abete bianco, Abies alba, è un albero spontaneo della famiglia delle Pinaceae. Cresce in modo spontaneo nelle zone montane fra i 400 e i 2100 metri di quota, dove trova il suo clima ideale nelle zone ad umidità e piovosità medio alta. Difficilmente lo si trova a formare boschi puri, anzi tende ad associarsi ad altri alberi come il faggio o il larice, l’abete rosso, in funzione delle altitudini.
Il suo areale si estende in Europa dalla Germania centro-meridionale ai Carpazi, nella Penisola Balcanica e lungo la catena alpino-appenninica. In Italia lo troviamo sulle Alpi orientali, Alpi Marittime e sulle Alpi Liguri.

L’albero di Abete bianco presenta un fusto diritto che può raggiungere un’altezza di circa 50 metri. Il fusto è rivestito da una corteccia liscia bianco-grigiastra e piccole sacche resinose, mentre da adulto ha una corteccia screpolata più robusta di colore scuro che tende a squamarsi in placche fessurate.

Le foglie dell’Abete bianco sono costituite da aghi persistenti appiattiti e rigidi, inseriti singolarmente sul rametto in una disposizione a pettine. Gli aghi hanno i margini lisci e la punta arrotondata, sono di colore verde scuro lucido nella pagina superiore. La pagine inferiore presenta delle bande parallele di colore bianco-azzurrognolo con 6-8 file di stomi e canali resiniferi. I rametti sono ricoperti da piccoli peletti di colore bruno chiaro.

Gli organi riproduttivi dell’Abete bianco consistono di sporofili riuniti in coni. Gli sporofili femminili vanno a formare gli ovuli e sono rappresentati dalle pigne. Si presentano nella parte alta della pianta, sono eretti, cilindrici e di colore verde o rosso-violaceo ricoperti da squame.
Quelli maschili sono responsabili della formazione del polline e sono riuniti in coni maschili o strobili. Fioriscono nella parte centrale della chioma, hanno forma ovoidale e colore giallastro. Il polline è giallo ed è contenuto all’interno di due antere. Per entrami, il periodo di fioritura va da maggio a giugno.

L’apparato radicale dell’Abete bianco è di tipo a fittone, presenta cioè una grande radice insinuata nel terreno fino a 1,50-1,70 metri e una ramificazione laterale che aumenta l’ancoramento al terreno.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/photos/Jordi’s

Ultimi interventi

Vedi tutti