Questo sito contribuisce alla audience di

Piante decorative e medicinali: Il Ginepro

Flora spontanea della penisola Italiana

ginepro
Il Juniperus, conosciuto con il nome di Ginepro è un arbusto sempreverde della famiglia delle Cupressaceae che può assumere anche la forma di albero con una altezza massima di 10 metri. Il Ginepro fa parte della flora spontanea Italiana.

Fra le varie specie il Juniperus communis presenta delle foglie aghiformi di forma lineare e pungenti, riunite in virticilli di 3 elementi. Sulla stessa pianta si presentano infiorescenze maschili, piccoli coni ovoidali giallastri, che femminili, piccoli coni verdastri.
Il Ginepro comune cresce ad arbusto nelle zone aride e nei boschi dalla pianura fino ai 2500 metri di altitudine. Fra le sue sottospecie troviamo piante che si sono adattate a vivere a quote superiori e presentano delle bacche blù molto aromatiche.

Altra specie è il Ginepro sabina, Juniperus sabina, che cresce ad arbusto cespuglioso con andamento prostrato o a forma di piccolo albero alto non più di 5 metri. Questo alberello presenta una corteccia bruno-rossiccia, delle foglie squamiformi di colore verde scuro. Si tratta di piante monoiche, quindi ogni pianta presenta semi maschili o semi femminili, raccolti in piccoli peduncoli cadenti. Questo tipo di Ginepro produce dei frutti, chiamati coccole, di forma ovale che a maturazione si colorano di viola. Si tratta di una pianta velenosa che cresce spontaneamente nei terreni scoscesi montani. Viene inoltre coltivata come pianta ornamentale o utilizzata per il consolidamento dei terreni franosi.

La specie Juniperus virginiana, invece, è conosciuta con il nome di Cedro della Virginia ed è originaria dell’America nord-orientale. Si tratta di un albero che raggiunge i 30 metri di altezza, presenta foglie glauche sottili e lunghe. In genere viene coltivata nell’arboricoltura da legno.

Alcune specie hanno uno scopo ornamentale, tra queste il Juniperus rigida Sieb & Zucc., originario del Giappone e Corea, è un albero alto fino a 8-9 metri, sempreverde, con dei rami ricadenti e foglie aghiformi e rigide di colore verde-giallastro nella pagina superiore e argentate nella pagina inferiore. Questo albero produce dei frutti nerastri di forma globosa.

In genere il Ginepro viene coltivato allo scopo ornamentale per la bellezza delle foglie verde-azzurro e l’essenza aromatica di alcune specie, in altri casi per la produzione di legname. A questo scopo, oltre alla qualità Juniperus virginiana, anche la Juniperus phoenicea (Ginepro liscio o Sabina marittima), il Juniperus oxycedrus (Ginepro rosso).

Il legno di ginepro è di colore rossiccio ed emana un caratteristico aroma resinoso. La qualità Juniperus virginiana fornisce un eccellente legno per la fabbricazione delle matite.
Le bacche del Ginepro vengono impiegate per la preparazione di grappe e liquori aromatici, oltre all’estrazione degli olii essenziali.
In fitoterapia vengono riconosciute al Ginepro proprietà curative in caso di malattie reumatiche, infiammazioni urinarie e problemi digestivi.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/photos/globetrotter

Ultimi interventi

Vedi tutti