Questo sito contribuisce alla audience di

Cirsium eriophorum

Famiglia delle Asteraceae


Il Cirsium eriophorum, meglio conosciuto con il nome di Cardo scardaccio, è una pianta erbacea perenne diffusa nelle aree montane, Alpi, Appennini, Pirenei, Balcani, Carpazi e in Europa orientale. Il suo habitat naturale è composto dalle zone incolte, i piani boschivi e lungo i sentieri di montagna fino ad una altitudine di circa 2000 metri.

La pianta di Cirsium eriophorum raggiunge una altezza massima di circa 1-1,5 mt., con un lungo fusto eretto dalla forma cilindrica. La superficie del fusto è striata e ricoperta da lanugine tomentosa di colore bianco.
Le foglie sono di forma pennatifida o pennato-partite, presentano dei lobi lineari con spine apicali. La superficie superiore è cosparsa di ispidi peli setosi, mentre la parte inferiore è biancastra e tomentosa.

Durante il periodo della fioritura, che cade fra luglio e settembre, viene emesso solitamente un solo grande capolino nella parte apicale. Quest’ultimo presenta una forma globosa e brattee patenti. L’involucro che contiene i fiori è rivestito da brattee di forma ovaleggianti dotate di spine e ricoperte da lanugine tomentosa e bianca.
I fiori sono del tipo tubuloso e formati da una corolla rossa purpurea o viola. Nell’androceo sono presenti 5 stami.
Al termine della fioritura si forma un achenio di forma cilindrica e composto da piume bianche e barbose. I semi vengono dispersi dal vento.

Fonte fotografica e crediti: Doevos

Ultimi interventi

Vedi tutti