Questo sito contribuisce alla audience di

Cirsium vulgare

Famiglia delle Asteraceae


Il Cirsium vulgare, conosciuto anche con il nome di Cardo asinino, è una pianta erbacea diffusia sia in Europa che in America e in Asia occidentale. Si tratta di una specie spontanea piuttosto comune anche nella nostra penisola. Il suo habitat naturale è composto dai terreni incolti e fossati fino a circa 1700 metri di altitudine.

Il Cirsium vulgare si presenta con un apparato radicale a rizoma. La parte epigea è formata da un fusto eretto che raggiunge una altezza massima di circa 1,5 metri. L’aspetto generale è robusto, peloso e pungente. Il fusto ha una sezione angolosa e presenta dei rami alati ricoperti da foglie decorrenti a margine dentato e pungente. La superficie del fusto è ricoperta da aculei lunghi.
Le foglie presentano una forma pennatopartita, sono piuttosto scarse e molto incise. Formano dei segmenti lanceolati-triangolari e terminano con un aculeo giallo. La disposizione delle foglie sul fusto è alterna.
La pagina inferiore è biancastra, mentre quella superiore è verde e ricoperta da aculei cornei sottili.

Durante il periodo della fioritura, che cade fra giugno e settembre, vengono emessi dei capolini di forma ovale in prossimità dell’apice dei rami. Il capolino è formato da un involucro globosa circondato da brattee squamose e spinose.
I fiori presentano forma tubulosa e sono composti da una corolla rosso porpora dalla forma tubolare.
Al termine della fioritura si presenta un pappo piumoso di colore bianco, che facilita la dispersione dei semi con il vento.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com autore: Arthur Chapman

Ultimi interventi

Vedi tutti