Questo sito contribuisce alla audience di

Conyza bonariensis

Famiglia delle Asteraceae


La Conyza bonariensis, conosciuta anche con il nome di Saeppola di Buenos Aires, è una pianta erbacea diffusa in America tropicale, America centrale e America del Sud. In Italia è stata introdotta ed è presente su tutto il territorio della nostra penisola. Il suo habitat naturale è composto dalle zone rurali, campi incolti con un terreno prevalentemente calcareo e secco. La pianta cresce fino a circa 500-600 metri di altitudine.

La pianta di Conyza bonariensis presenta un apparato radicale composto da un rizoma secondario. La parte epigea è formata da un fusto che raggiunge una lunghezza massima di circa 50-60 cm. Il fusto ha un portamento eretto, ricoperto da peli patenti e striato.
Le foglie hanno un margine abbondantemente dentato con apice acuminato e presentano una superficie pubescente ricoperta da peli.
Le foglie basali sono brevemente picciolate e forma lineare o lanceolata. Le foglie cauline, invece, sono lineari e disposte in modo alterno sul fusto.

Durante il periodo della fioritura, che cade fra settembre e novembre, vengono emessi dei capolini disposti in posizione terminale sul fusto. I capolini sono formati da una pannocchia racematosa e sorretti da un involucro squamoso. All’interno del ricettacolo troviamo fiori interni di tipo tubuloso e fiori esterni ligulati.
I fiori sono composti da una corolla formata da petali saldati e un calice con sepali piccoli e squamosi.
Al termine della fioritura si presenta un achenio formato da un pappo setoloso bianco-rossastro, che facilita la funzione di dispersione dei semi con il vento.

Fonte fotografica e crediti: commons.wikimedia.org autore: Ja:user:sphl

Ultimi interventi

Vedi tutti