Questo sito contribuisce alla audience di

2-seconda lezione- attrezzatura ....da 'il professore'

Ora passiamo ad esaminare gli attrezzi necessari per praticare il bowling, che sono essenzialmente due: le scarpe e la boccia.

LE SCARPE

Le scarpe da bowling, sono generalmente di modello stringato ed hanno una
peculiarità di base: la loro suola è diversa fra scarpa destra e sinistra.
Osservando difatti un paio di esse, noteremo che una delle due suole è in
gomma, mentre l’altra è in pelle tenera, generalmente bufalo.
Il perchè di questa stranezza è presto detto: uno dei nostri due piedi
(sinistro per i destri o destro per i mancini) dovrà scivolare sull’approache,
durante l’ultimo passo che precede il rilascio della boccia, e per far questo
è necessario che la suola possa facilmente scivolare sulla superficie della
zona di lancio.
Ecco perchè una delle due suole è in pelle di bufalo mentre l’altra, in gomma,
ci darà il giusto “grip” sull’approache, durante la fase della camminata che
precede il lancio.
I tacchi invece, sono entrambi in gomma bianca, per poter permettere un giusto
arresto, prima della linea di fallo.
Le scarpe sono un accessorio molto importante nel bowling, tanto che sono oggi
in commercio scarpe di alta gamma usate dai migliori giocatori, con tacchi e
suole intercambiabili per poter avere a disposizione sempre la soluzione
ottimale per una corretta scivolata, ed un corretto arresto.
Nei centri bowling comunque, si trovano scarpe a noleggio che quasi sempre
hanno entrambe le suole in bufalo dato che, per ovvie ragioni, debbono servire
sia i destri che i mancini.

LA BOCCIA

Ed eccoci finalmente arrivati al nostro attrezzo principe: la boccia.
Abbiamo già precedentemente esaminato le sue dimensioni, e la sua composizione,
ora osserviamola più da vicino.
Ogni boccia da bowling ha tre fori per essere impugnata con il pollice,
il medio e l’anulare. La dimensione dei fori non deve essere ne troppo stretta,
da comprometterne il rilascio, ne troppo larga al punto di non riuscire a
trattenere la palla nella nostra mano. Quindi, quando sceglierete una boccia
in una rastrelliera di un centro bowling, non prendetela a caso, ma provatene
più d’una sino a trovare quella che più si confà alle misure della vostra mano.
Un altro elemento importante della boccia è il suo peso; anche qui è bene
valutare con giusta accortezza in base alle nostre caratteristiche fisiche,
il peso da usare. Una palla troppo pesante, tenderà a cascarci dalle mani,
compromettendo la precisione del nostro lancio, mentre una troppo leggera
tenderà a velocizzarsi eccessivamente sulla pista, finendo per avere uno scarso
impatto sui birilli. Per finire, una volta trovata la boccia che vi è più
congegnale, usate sempre e solo quella sia al primo tiro che al secondo,
se volete avere una costante di rendimento.
Da ultimo portate sempre con voi un piccolo straccio, per poter pulire fra un
tiro e l’altro, boccia e mani.

COME IMPUGNARE LA BOCCIA

Prima di continuare una premessa: tutto ciò che verrà illustrato in seguito,
tien conto che il giocatore sia destro.E’ ovvio che in caso contrario, tutte
le indicazioni vanno interpretate alla rovescia.
La boccia va impugnata correttamente, se vogliamo avere una buona riuscita
del nostro tiro. Raccogliete la boccia dal tornabocce con entrambe le mani,
inserite prima le dita medio ed anulare nei fori anteriori, e poi il pollice
nel foro posteriore. Tenete la boccia appoggiata sopra il palmo della mano
destra, aiutandovi con la sinistra per sostenerne il peso, quasi come se
doveste sostenere un vassoio. E’ assolutamente importante tenere la boccia
in questa posizione, poiché ciò farà si che la nostra mano, al momento del
rilascio, possa accompagnare la boccia sulla pista, facendole seguire la
giusta direzione in cui la vogliamo lanciare.

Ora andiamo a vedere: il gioco, l’approache, il punto di partenza, la posizione:

http://guide.supereva.it/bowling/interventi/2004/06/161196.shtml