Questo sito contribuisce alla audience di

4-quarta lezione-i passi, prime nozioni.....da 'il professore'

i passi e la conclusione

IL PRIMO PASSO

Ora cominciamo a muoverci, ricordandoci che più faremo gesti naturali, più
riusciremo a ripeterli poichè il nostro corpo già conosce questi movimenti.
Quindi la camminata verso il punto di lancio, dovrà essere il più possibile
uguale a quella che faremmo passeggiando normalmente.
Muoviamo quindi il primo passo con la gamba destra, in maniera assolutamente
naturale e, in contemporanea, portiamo avanti il braccio che sostiene la palla
insieme al piede, ma senza fare un eccessivo affondo, per non compromettere
la posizione eretta delle spalle. La testa è ugualmente eretta, e gli occhi
guardano il punto di mira che avremo scelto.

IL SECONDO PASSO

Alla fine del primo passo, ed all’inizio del secondo, lasciamo che la palla
cominci la sua oscillazione nel pendolo naturale del braccio, cercando di non
usare la forza muscolare, ma lasciando la palla libera di oscillare nel pendolo,
solamente con la propria forza fisica.
Contemporaneamente apriamo il braccio sinistro, per dare maggior equilibrio al corpo

IL TERZO PASSO

Durante il secondo passo la palla scende nel pendolo e, all’inizio del terzo passo,
risale fino al punto morto, all’altezza delle spalle.
Non forziamo questa sua salita, ma continuiamo a lasciarla oscillare liberamente.
Al termine del terzo passo, essa sarà al punto morto all’altezza della spalla,
pronta per cominciare la sua discesa in avanti. La mano è sempre dietro la boccia.
A questo punto sarà bene flettere leggermente il ginocchio destro, per preparare
il corpo al quarto passo ed alla scivolata finale che ci porterà al rilascio.

IL QUARTO PASSO

All’inizio del quarto passo, la palla comincia a scendere mentre il corpo, aiutato
dalla flessione del ginocchio destro descritta precedentemente, si prepara
all’affondo di bacino che sfocerà nella scivolata finale.
Anche il ginocchio sinistro è ora flesso, mentre il busto e le spalle restano eretti,
così come la testa, e la mano destra è dietro la palla.

LA SCIVOLATA FINALE

La palla sta  scendendo, ed il quarto passo sfocia nella scivolata finale.
La gamba destra si sposta, incrociando la sinistra nella parte posteriore,
lasciando così lo spazio per poter passare alla boccia.
La mano destra continua ad accompagnare la boccia, sino a che essa non supera
la caviglia sinistra: solo allora la mano incomincia a lasciarla e, automaticamente,
il pollice esce per primo. La palla resta per una frazione di secondo appoggiata
solo alle dita anteriori e poi, mentre il braccio destro risale sino all’altezza
della testa, lascia la mano rotolando sulla pista.

I PUNTI DI MIRA

Guardando la pista, noterete come su di essa sono disegnati dei pallini, sia
sull’approache che nella zona di lancio, e che in quest’ultima sono disegnate
sette frecce. Se i pallini sulle approaches, debbono servirvi come punti di
riferimento per avere sempre un punto di partenza preciso, le frecce in pista
debbono servirvi come punto di mira, dato che mirare i birilli diventa problematico,
a causa della loro distanza. Abituatevi a mirare le frecce e pian piano vedrete
i vostri punteggi crescere.
 
*   *   *   *   *

Per concludere avvicinatevi senza timore al bowling, ma non consideratelo come un
semplice gioco: il bowling è una disciplina olimpica, e va praticato con passione,
cognizione e cura.
Se applicherete con la dovuta attenzione questi consigli, migliorerete abbastanza
rapidamente, e potrete cominciare a togliervi qualche soddisfazione.
Naturalmente la strada per diventare giocatori è lunga, perchè se può essere facile
buttare una boccia sulla pista, praticare veramente il bowling è molto più impegnativo
ma, attraverso dedizione ed allenamento, nessun traguardo è precluso.
Buon gioco!

 

 

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • mr167

    22 Jan 2010 - 15:19 - #1
    0 punti
    Up Down

    Grazie !!!

Link correlati