Questo sito contribuisce alla audience di

Bowling: Billy Oatman, il primo bowler afro-americano nel PBA

questa è la bella storia del primo bowler afro-americano di nome Billy Oatman, mancino, 42enne nativo di Chicago ed attualmente residente in Ohio.

Perseveranza, passione ed orgoglio. Tre parole che hanno contribuito alla realizzazione del dizionario personale di Billy. Tre parole che lo hanno aiutato a trovarsi dove ora si trova. (nel PBA Tour n.d.r.)
Tre parole che sono state, in un certo senso, la chiave di ammissione del primo bowler afro-americano al PBA Tour. Tre parole che, con tutti i sacrifici e gli sforzi che Billy ha dovuto fare, non saranno mai cancellate dal suo dizionario personale.
Ma i progetti di Billy sono tutt’altro che finiti, infatti lui considera compiuta soltanto la metà della sua “battaglia”. Ora, il primo PRO afro-americano di sempre, ha altri obiettivi da aggiungere al suo curriculum sportivo.
“Io punto ad essere competitivo e vincente” ha detto Oatman. “Ho molti traguardi da tagliare e non esiterà null’altro, per me. Tutto è programmato per vincere. Sono felice di essere arrivato fin qui (nel PBA Tour n.d.r.) ma questo ancora non mi basta.”
PERSEVERANZA:
La strada che ha portato Billy ad avere una chance d’ingresso nel PBA Tour, avrebbe scoraggiato chiunque, ma lui non ha mai mollato! “Perseveranza è una parola importantissima, nel mio dizionario” aggiunge Billy. “Ho perseverato per lungo tempo nelle classifiche amatoriali e nonostante io non sia così conosciuto a livello
nazionale, ci sono molti bowlers amatoriali che mi conoscevano piuttosto bene, anche prima di questa mia esperienza nel PBA Tour.”
Oatman ha finora colto tutte le occasioni a sua disposizione per far soldi con il bowling, ha viaggiato per tutta la nazione per partecipare a sfide, tornei e quant’altro…ma quando gli introiti hanno iniziato a calare, Billy si è trovato ad un bivio.
“Non ho mai pensato di avercela fatta solo perche facevo un pò di soldi con il bowling, ma li ho presi e li ho messi da parte (lui dice “dietro la stufa” n.d.r.) mentre continuavo a lavorare.” Ha rimarcato Oatman.
La perseveranza di Oatman ha raggiunto un nuovo livello, quando ha mancato per un pelo l’ammissione al PBA Tour, classificandosi 11mo nei trials annuali. (si qualificano in 10 n.d.r)
“Gli ho detto di pregare” dice sua mamma Joyce. “Gli ho detto che avrei idealmente tracciato il suo percorso verso il PBA Tour. Ero già pronta a riaverlo a casa, ma Dio era lì che vegliava su di noi…”
Dopo che Ritchie Allen ha rinunciato al suo posto nel Tour per la stagione 2006/2007, si è liberato un posto in più…e così Billy Oatman è parso essere un uomo nuovo!
PASSIONE:
La passione di Billy per il bowling, non può essere facilmente misurata. La sua passione, collegata con la sua perseveranza, lo ha sempre spinto “oltre l’ostacolo” ogni volta in cui gli sembrava di non farcela.
“Lui ha avuto passione per il bowling ed io ho avuto passione per lui” dice sua mamma. “E’ arrivato perfino a pagare delle persone perchè lo lasciassero giocare!”
“Ho fatto di tutto perchè potesse competere nel suoi tornei ed anche se è giusto dire che non ci siamo rovinati, abbiamo speso molti soldi per le sue attrezzature da bowling…”
La dedizione che Joyce Oatman ha mostrato per suo figlio Billy, gli ha rapidamente dato le extra-motivazioni per riuscire nei suoi intenti.
“Mia mamma - dice Billy - ha pagato le mie prime lezioni di bowling e non solo! Mi ha sempre portato al centro bowling per l’allenamento!” “Quando andavo alle elementari, tornavo a casa, facevo i compiti,
mangiavo qualcosa e verso le 18:00 andavo a dormire. Lei mi svegliava alle 22:30 e mi portava al bowling per farmi allenare fino a mezzanotte! Mi porterebbe dovunque, per un torneo. Lei è la ragione principale
per cui io oggi sono chi sono e sono dove sono.”
ORGOGLIO:
Il vero orgoglio di Billy, è quello datogli dal fatto di aver influenzato positivamente un’intera generazione di giovani afro-americani, provenienti dalle zone meno privilegiate. E questo non gli permetterà di dedicarsi ad altro che non sia il bowling. “Vorrei avviare la fondazione *Billy Oatman - Diamogli una chance* ma
è soltanto un’idea e non penso possa decollare per il momento, a meno che io non abbia un gran successo nel PBA Tour. Io voglio essere utile alla mia comunità e l’unica maniera che ho per farlo, è andare nei centri bowling ed insegnare questo sport ai giovanissimi.
Se fosse esistito un programma del genere quando ero piccolo, tutto sarebbe stato più facile, per me.
Ci sono un sacco di afro-americani che hanno un grande talento ed un grande amore per il bowling, ma che purtroppo non hanno le possibilità finanziarie per essere dove dovrebbero essere. Provengono da zone di estrema povertà, ma sono sicuro che se gli venisse data una chance, alcuni di loro potrebbero farcela!”
Perseveranza, passione, orgoglio: tre parole che descrivono pienamente la vita di Billy Oatman. Tre parole che hanno impedito a Billy di “mollare” i suoi sogni e che riecheggiano in questo suo pensiero: “Non lasciate che l’ambiente in cui vivete o la sfortuna cambino i vostri traguardi. Mantenete il vostro sguardo fisso sul premio più ambito e vi accorgerete che qualcosa di bello prima o poi succederà! Non lasciate morire i vostri sogni e mi raccomando…liberate il fuoco che è dentro di voi!!!”

fonte PBA

Traduzione: Vince K. Coppola