Questo sito contribuisce alla audience di

Secondo il "padre" di BSB e ‘N Sync le boy-band non morira

L’intervista del produttore rilasciato al sito HITS Dailydouble.

Lou Pearlman che gestisce attualmente un’impresa che comprende studi di registrazione, un’etichetta discografica, edizioni musicali e agenzia di management artistico, è ottimista sul futuro della musica e dell’industria discografica.

“Una delle mie recenti scoperte, i Natural, sono destinati a riportare in auge il concetto di boy band,
L’industria musicale cambierà. E deve svegliarsi: non ci sono più nuovi formati che ti permettono di rivendere per l’ennesima volta il back catalog, e non puoi più pensare di vendere solo un CD. L’artista deve diventare un marchio che si manifesta attraverso prodotti diversi e tra loro collegati. Almeno quando si vuole conquistare il mercato dei giovani. Gli adulti non ci pensano due volte a comprare quel che gli piace, ma ai ragazzi bisogna offrire un’alternativa al downloading e alla copia digitale, un valore aggiunto: un libro corredato di foto, informazioni e dettagli sull’artista preferito, elementi multimediali, accessi a Website ricchi di contenuti. E poi gli ingredienti della riuscita restano gli stessi: talento, ma anche sudore, impegno e disciplina. Sono cose che non vedi in American Idol. Ed è così che ho reso milionari gli artisti che hanno lavorato con me”.

Ultimi interventi

Vedi tutti