Questo sito contribuisce alla audience di

Rossoblù decimati ma si va verso un altro tutto esaurito

Si va verso il terzo tutto esaurito consecutivo: anche domenica il Sant’Elia sarà pieno in ordine di posti. Ieri, davanti alla biglietteria di viale La Playa, si sono formate code (in alcuni momenti di una quarantina di metri) di tifosi desiderosi di acquistare il biglietto per la partita di domenica prossima con il Torino.

Si va verso il terzo tutto esaurito consecutivo: anche domenica il Sant’Elia sarà pieno in ordine di posti. Ieri, davanti alla biglietteria di viale La Playa, si sono formate code (in alcuni momenti di una quarantina di metri) di tifosi desiderosi di acquistare il biglietto per la partita di domenica prossima con il Torino. Facile prevedere che i biglietti per i posti più ambiti, curve e distinti, saranno esauriti parecchi giorni prima dell’incontro.
Per il momento, l’unica certezza sul prossimo impegno del Cagliari. Perché il tecnico Reja non ha ancora la benché minima idea della formazione da opporre ai granata. Ieri mattina, appena sbarcati dall’aereo proveniente da Fiumicino, i rossoblù si sono sottoposti a una lieve seduta di allenamento. Più che altro un lavoro defaticante che non ha permesso all’allenatore di valutare il loro stato di salute.
Ma soprattutto Reja guarda verso l’infermeria dove, in questo momento, sono ricoverati addirittura sei rossoblù. Quanti saranno recuperabili per l’incontro di domenica prossima? Difficile fare previsioni. Anche se il tecnico non ha alcuna ragione per essere ottimista: in pratica, ha soltanto la certezza di avere a disposizione Pantanelli che a Terni ha scontato un turno di squalifica.
Poche le speranze, invece, di vedere in campo qualcuno degli infortunati. Preoccupano, in primo luogo, le condizioni di Festa: la visita effettuata alla villa Stuart di Roma da Mariani è servita soltanto a imporre altri dieci giorni di stop al difensore. Soltanto dopo si deciderà se verrà sottoposto o meno a intervento chirurgico.
Certe le assenze anche di Agostini, Maltagliati e Langella, c’è soltanto una flebile speranza di recuperare Brambilla ed Esposito. Il regista, tra l’altro un ex granata, sarà in campo soltanto se passerà il gonfiore della sua caviglia (ma, in questo momento, c’è poco da essere ottimisti). Esposito, invece, reduce da un’elongazione, è avviato verso il recupero ma Reja deve anche fare i conti con un calendario dagli impegni ravvicinati.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti