Questo sito contribuisce alla audience di

Biografia

In quel pomeriggio di Agosto del 1973, l'afa s'era attaccata da tutte le parti vischiosa, tenace tranne che tra i le case del mio quartiere. Mia madre quel pomeriggio non la sentiva aveva bagnato il fazzoletto che aveva in testa alla fontanina di via dei Portili. E sentiva un fresco, come se fosse in alto, molto in alto, erano le 18,15 quando venni alla luce. Mi chiamarono Maria il nome che ancora oggi mi porto addosso. Avevo pochi anni cinque o sei chiaramente a quell'età è difficile ricordarsi con precisione la propria età. Quello che invece ricordo con incredibile precisione e chiarezza è la sua folta capigliatura bionda il sorriso dei suoi occhi e la calma e la gioia che trasmetteva il suo sorriso, e l'amore che mise il quel suo gesto così affettuoso e tranquillizzante quando in quella notte di tanti anni fà mi rimbocco le coperte e con un largo sorriso sparì nel buio della mia stanza.Qella notte provai qualcosa che non ho mai piu' provato. Come se qualcuno mi avesse incoronato. L'emozione che riprovo a ripensarci è molto alta. E' come se fosse ancora davanti a me, o meglio, come se io fossi ancora davanti a lui. Ne scorgo come allora la luce di pace, ne godo l'intensità e sento la pochezza del mio essere di bambina di fronte a tanta struggente perfezione. Da quel giorno tante cose nella mia vita non furono piu' le stesse...ma di questo parleremo un'altra volta.....
Vuoi contattare la guida?