Questo sito contribuisce alla audience di

Pizzo Calabro

Il borgo marinaro più pittoresco della zona con bellissimi scorci medievali.

La cittadina di Pizzo, in provincia di Vibo Valentia da cui dista soltanto 10 km., sorge sul pendio di una rupe di tufo, 44 metri a strapiombo sul mare, e conta all’incirca  9.015 abitanti.

Sorta, secondo la tradizione, sulle rovine di Napitia, colonia fondata da alcuni Focesi, la cittadina accolse anche Cicerone e S. Pietro, che qui fece tappa durante il suo viaggio per Roma. Distrutta nel corso del IV secolo d.C. da un attacco dei Saraceni, sarebbe stata ricostruita dai superstiti agli inizi del X secolo. 

L’abitato mantiene ancora oggi l’aspetto tipico di un borgo marinaro, con viuzze che si aprono in piccoli cortili, balconate che guardano il mare, spiagge e scogliere. Cittadina tra le più belle e rinomate del Vibonese, con uno dei borghi più pittoreschi della costa, e’ arroccato sul pendio di un suggestivo promontorio che si erge a picco sul Tirreno, proprio al centro del golfo di Sant’Eufemia.

 Dal centro cittadino con bellissimi scorci medioevali, interessanti residenze signorili e diverse antiche chiese, tra cui quella di Piedigrotta, scavata nel tufo, e quella di S. Giorgio Martire. Scendendo dal borgo antico si arriva alla Marinella ed al castello, il reperto più interessante di Pizzo. Costruito dagli Aragonesi, divenne celebre perché vi fu tenuto prigioniero e poi fucilato Gioacchino Murat. Il castello Murat, è dichiarato monumento nazionale.

Dotata di numerose attività commerciali con indirizzo turistico, vi si produce un ottimo e rinomato gelato artigianale detto “tartufo” e molti sono i ristoranti che offrono specialità tipiche marinare. La cittadina, florido centro marinaro in cui si e’ sviluppata una fiorente industria per la conservazione del tonno, e’ rinomata per la produzione della pregiata uva zibibbo. Tra le attività artigiane segnaliamo un cantiere navale per la costruzione di barche e barconi con tecniche antiche e tipiche ed è ancora fiorente l’attività artigiana della ceramica.