Questo sito contribuisce alla audience di

La cipolla rossa

Sapori di Calabria: la cipolla rossa

La famosa cipolla rossa vede la sua principale area storica di produzione e consumo tra le cittadine di Lamezia Terme in provincia di catanzaro e di Tropea in provincia di Vibo Valentia.

Furono i greci ad introdurre in Calabria l’uso della cipolla, appreso a loro volta dagli assiri e dai babilonesi. La dolcezza di questo bulbo dipende soprattutto dalla varietà dei terreni in particolare quelli sabbiosi che si trovano in prossimità del mare lungo la costa tirrenica.

Tutte le operazioni colturali vengono eseguite a mano dai contadini del posto. Tradizione vuole che, dopo la raccolta, siano le donne a selezionare ed intrecciare, con abili movimenti delle mani, le cipolle rosse separando le piccole dalle medie e dalle grandi. Tali tecniche di lavorazione vengono tramandate da una generazione all’altra e ancora oggi la pratica è molto diffusa.

Il prodotto si presenta con tre forme:

tronco-conica dal sapore dolce

ovale di sapore forte

a trottola
Nella maggiorparte dei casi, l’involucro esterno è di colore rosa forte mentre l’interno ha un colore rosso vinaccia.

Il bulbo viene piantato in terreni freschi e profondi, concimati con letame. La cipolla estiva si semina in semenzaio a fine agosto, primi di settembre e si mette a dimora tra novembre e febbraio. Si raccoglie quando la foglia è secca, a giugno. Si lasciano seccare le tuniche fogliari esterne e i bulbi in pieno campo e poi si ripongono al riparo di tettoie o altri locali ben aerati, per circa una quarantina di giorni. Si conservano in locali freschi, asciutti e ventilati.

La cipolla rossa è un ingrediente importante della cucina mediterranea. Quella dolce viene utilizzata cruda ed è ottima con le insalate estive di pomodori freschi, olive e origano o anche per la crostata di cipolle che è un piatto caratteristico della zona di Tropea. Viene consumata anche cotta anche se il suo pregio principale è proprio quello di essere perfetta al naturale.

ripreso da www.saporidicalabria.it