Questo sito contribuisce alla audience di

Casa della memoria

Dal 18 al 31 marzo All'interno della casa materna di Mimmo Rotella è stata allestita la Casa della Memoria: ciclo di opere degli anni '50 e degli anni '60, libri sugli artisti più celebri della pop art, foto dell'artista ultraottantenne.

Il 18 marzo all’interno della casa materna di Mimmo Rotella a Catanzaro apre la Casa della Memoria. Un nucleo di opere recenti e alcune degli anni ‘50 e ‘60, 250 volumi sui più grandi artisti della pop art e del neorealismo, foto e ricordi dell’intensa vita dell’ottantaseienne maestro del décollage, raccolti nella casa della madre Teresa, in vico dell’Onda.

Qui il giovanissimo Rotella venne a contatto con i primi colori. La madre infatti faceva la modista, i suoi cappelli erano celebri e ornavano le spose di Calabria. Un luogo che proprio il fondatore del neorealismo Pierre Restany volle chiamare la casa della memoria.

L’iniziativa è stata coordinata dal Direttore della Fondazione Mimmo Rotella Piero Mascitti ed interamente finanziata dalla Fondazione stessa. La casa, restaurata dall’architetto Marcello Sestito dell’Università di Reggio Calabria, è stata concepita per volontà di Rotella come una luogo sacro, come una chiesa, rigorosa e bianca. All’interno oltre alle opere e alla biblioteca, un piccolo bookshop e un maxi schermo.

Una struttura che vuole offrire agli studenti calabresi la possibilità reale di conoscere e studiare l’arte e la cultura degli anni sessanta.
La Casa della Memoria, come anche la Fondazione, è legata ad una visione culturale ampia e non vuole essere la costruzione di una scatola chiusa che non avrebbe senso e si scontrerebbe con la mia concezione dell’arte e della vita. Al Sud ci sono poche realtà che si interessano d’arte contemporanea. La Casa della Memoria potrebbe diventare il punto centrale di una rete che in Calabria esiste ma che non ha un coordinamento. Io mi sento non solo calabrese ma cittadino del mondo e vorrei che la Casa della Memoria e la mia arte comunicassero con gli abitanti del pianeta per dire che l’arte è pace e profezia.

Così Mimmo Rotella aveva motivato l’apertura della Casa della Memoria.

Indirizzo: Casa della memoria - vico dell’Onda, 7 - Catanzaro
Numeri utili: 0961.881866
Prezzo: ingresso gratuito