Questo sito contribuisce alla audience di

Festa a Reggio Calabria

Si è svolto ieri a Reggio Calabria il 157 anniversario della fondazione della Polizia di Stato

polizia di stato Numerose le personalità presenti sul capiente palco di piazza Castello: il prefetto Francesco Musolino, i deputati Angela Napoli e Maria Grazia Laganà Fortugno, il presidente del consiglio regionale Giuseppe Bova, il presidente della provincia Giuseppe Morabito, il comandante regionale del Corpo forestale dello Stato, generale Vincenzo Caracciolo, il Direttore marittimo capitano di vascello Virgilio Muriana, il direttore della Dia colonnello Francesco Falbo, il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Leonardo Alestra, il comandante della Scuola allievi carabinieri colonnello Pietro Oresta.

E poi ancora il sindaco Giuseppe Scopelliti insieme ai primi cittadini dei centri della provincia sede di Commissariato. Il questore Carmelo Casabona, dopo avere salutato i pensionati della polizia, i rappresentanti della stampa, i sindacati, le donne e gli uomini della polizia di stato e gli impiegati civili, ha ribadito con forza l’impegno contro ogni forma di crimine. «La nostra è una istituzione in cammino ed è in quest’ottica che la Polizia da anni prosegue l’obiettivo di avvicinarsi ai cittadini, per cogliere i loro bisogni, le loro paure e poter così adeguare le nostre azioni per una risposta immediata e completa. – ha detto Casabona –In questa visione innovativa, non poteva esserci momento più alto e più forte che tenere in questa splendida e prestigiosa cornice del castello Aragonese la nostra annuale ricorrenza celebrativa, per testimoniare la vicinanza degli uomini e delle donne della Polizia, alla fattiva ed onesta gente di Reggio Calabria e riaffermare insieme il no comune, tenace, fermo e determinato, alle prevaricazioni mafiose».

Un messaggio di speranza è stato rivolto dal questore agli studenti dell’Istituto San Vincenzo, del Principe di Piemonte, del Galileo Galilei, del Campanella, del De Amicis, della Spanò Bolani, del Pascoli e della Vitrioli presenti alla cerimonia. Un ricordo particolare è stato rivolto dal questore Carmelo Casabona al compianto funzionario reggino Nicola Calipari, tragicamente morto in Iraq nell’adempimento del dovere e al sovrintendente Carmelo Aloi in servizio alla Squadra mobile deceduto il 26 aprile in un grave incidente stradale.

«In tale occasione – ha concluso il questore della provincia – non possiamo non ricordare le vittime del recente terremoto abruzzese. A tutti loro va il mio e il nostro pensiero affettuoso».