Questo sito contribuisce alla audience di

Il nettare degli Dei

In Calabria le zone del vino sono sostanzialmente tre. Una interessa la zona del Pollino, l'altra la zona tirrenica e la terza le propaggini orientali dell 'Aspromonte.

vini calabresiLa tradizione Calabrese dei vini affonda le proprie origini nella Magna grecia, nettare degli dei era il vino di Cirò, ma la Calabria ha una particolarità climatica che fa sì che i suoi vitigni siano dio natura davvero unica. Lo stretto connubio tra mare e montagna conferisce alle vite calabresi delle qualità aromatiche e gustative uniche.

Le uve sono influenzate da terreni di natura calcarea come quella del Pollino che limitano la presenza di acqua in superficie e che abbonda invece fra i vitigni della Sila o dell’Aspromonte.

I vitigni calabresi sono prevalentemente a bacca rossa e fra queste prevale il Gaglioppo.Il gaglioppo è ritenuto originario delle provincie di Cosenza e Catanzaro.
Ma il più prestigioso è il Savuto Doc

Tra i vini bianchi primeggia il Greco di Bianco, un ‘ uva che tanta parte ha avuto nella storia del fino fino all’età greca. I reggini hanno infatti ereditato l’arte ellenica di fare il vino e oggi la restituiscono intatta in questo nettare ambrato.Lo sposo ideale della pasticceria calabrese.