Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

prossimi 10 »
  • L affruntata di Polistena

    Le tradizioni popolari sono lo specchio dell'anima del popolo calabrese e attraverso di esse è visibile tutta la storia della regione, con le dominazioni, le invasioni, i pericoli costanti; da qui l'isolamento geografico e sociale delle popolazioni di montagna e lo stato dignitoso ma parco dell'economia familiare

  • I riti della Settimana Santa a Catanzaro

    Si perdono nella notte dei tempi, le origini della processione che ogni venerdì Santo, viene celebrata a Catanzaro. La Naca affonda le sue radici nel periodo della dominazione spagnola, ma sicuramente si rifà alle sacre rappresentazioni medioevali.

  • La filatrice

    Il lavoro consisteva nel filare la lana di pecora.

  • Zuppa di cipolle di tropea

    piatto tipico di Capo Vaticano

  • Le cuzzupe di Pasqua

    Alle tradizioni e ai riti religiosi della Pasqua si aggiunge anche il piacere per la gastronomia. E così Pasqua diventa tempo di dolci e naturalmente tempo di cuzzupe Questi dolci tipici vengono preparati in tutte le famiglie durante il periodo pasquale. Sono ottimi e si conservano per parecchi giorni.

  • Le persephoni di Bova (Pasqua 2009)

    Ogni anno la Domenica delle Palme (ingresso di Cristo in Gerusalemme) a Bova-Chora (RC), i bovesi celebrano un rito unico e spettacolare, sconosciuto nel resto della Regione.

  • I bronzi di Riace

    I bronzi vennero ripescati a Riace (Reggio calabria) il 16 Agosto del 1972 dal giovane sub Stefano Mariottiche, immersosi a 300m dalla costa e trovandosi ad una profondità di circa 8m ritrovava casualmente le due sculture.

  • La città di Cosenza

    Le origini della città risalgono al IV secolo a.C., momento in cui il luogo era divenuto di importanza strategica per i Bruzi.

  • San Giuseppe (festa del papà) tra tradizioni e ricordi

    La festività di San Giuseppe costituiva per i nostri avi un punto di riferimento tra il periodo di astinenza quaresimale e la solennità della Pasqua. Per tradizione a pranzo non potevano mancare la pasta e ceci e il baccalà in umido unitamente a lupini, noci e castagne.

  • Il parco del Pollino

    Il Parco Nazionale del Pollino, situato nel meridione d'Italia, tra il sud della Basilicata e il nord della Calabria è il Parco più grande d'Italia.