Questo sito contribuisce alla audience di

La settimana dell’Italia

Le Nazionali di Trapattoni e di Gentile lavorano in vista delle partite dei loro gironi di qualificazione.

I grandi a Coverciano, i piccoli alla Borghesiana. Italia A e Italia under 21 si stanno preparando per il doppio impegno contro Romania e Lituania, gare molto importanti per il prosieguo dei rispettivi gironi.
Agli ordini del Trap una nazionale che deve rinunciare a Delvecchio Vieri e Totti (ma lui solo nella prima partita), ma che ha ritrovato un Del Piero in formissima. Ma il Trap, così come lo confortava nei momenti di magra, non lo esalta adesso, e dice che non è per niente sicuro che giochi titolare. Così come non è per niente sicuro che il recente momento d’oro valga a Montella la maglia numero 9. Per ora per lo più ci si allena e si fanno battute (e Trapattoni in questo è maestro), e le massime preoccupazioni riguardano gli acciaccati Coco e Albertini. Allenamenti anche per la Under 21, che lavora fianco a fianco con la Nazionale libica (quella in cui gioca il figlio di Gheddafi).
Gentile è tranquillo, dice che la sua squadra giocherà sempre per vincere; ha anche avuto il tempo di commuoversi di fronte ai giocatori africani, che gli hanno ricordato le sue origini (è nato in Libia). Tranquilli anche Pirlo e Maresca, le stelle di questa squadra insieme a Cassano: speriamo che lo siano anche in campo e portino alla vittoria.

L’Italia
L’Aeroplanino italiano
Il portierone con le manone