Questo sito contribuisce alla audience di

Arriva la Juve

Del Piero inventa e i compagni realizzano: la Juve è a un punto dall’Inter, che perde in casa con l’Udinese. Pareggiano le romane, vittorie per Chievo, Bologna, Modena ed Empoli.

E’ arrivata la Juve. Si è precipitata sul Milan come un bulldozer, e per 20 minuti non gli ha fatto capire nulla. Del Piero ha mandato in gol prima Di Vaio poi Thuram (che ha fatto 90 metri come Varenne), e l’ex Milan spumeggiante dei primi giorni è riuscito a trovare la rete solo su un rigore (Pirlo), che Birindelli ha gentilmente regalato ai rossoneri palleggiando in area come la Cacciatori in palestra. Insomma, la squadra di Lippi si fa minacciosa mica poco per l’Inter, che ora vanta solo un punto di vantaggio (e gli scontri diretti all’orizzonte con Roma e Milan).

A proposito dell’Inter: il sabato le aveva donato, dopo tanto vincere, la prima sconfitta di questo campionato. Il cuore e la grinta non sono bastati, l’Udinese ha giocato meglio e ha giustamente vinto, dopo i pacchi presi contro Juve e Milan. E i nerazzurri erano pure andati in vantaggio (Vieri), prima della rimonta firmata Jorgensen-Muzzi. Non ne hanno approfittato né la Roma, che non è andata oltre l’1-1 a Piacenza (Cassano di suola e Maresca su punizione), né la Lazio, fermata sullo 0-0 da un ottimo Parma (e Mihajlovic ha schiantato contro il palo un rigore). Salgono invece a spron battuto le ex sorprese dell’anno scorso Chievo e Bologna e la nuova meraviglia Modena. I veneti hanno asfaltato una derelitta Atalanta per 4-1 (Sala, Cossato 2, Franceschini, Perrotta) mentre le due emiliane hanno superato col minimo scarto Como (Signori) e Reggina (Pasino). Le altre due partite:

Perugia-Torino 2-1 (Caracciolo, Ferrante, Ze Maria)

Brescia-Empoli 0-2 (Buscè, Di Natale)

La classifica marcatori

(foto Ansa)