Questo sito contribuisce alla audience di

La legge del Granillo

Antonio ha scritto per noi questo accorato intervento sulla sua amata Reggina: v'interessa? Allora leggetelo, così scoprite anche voi come vedere un articolo pubblicato su queste pagine.

Questo intervento è stato scritto da Nicola. Vuoi scrivere anche tu un intervento? Fallo!

E’ una grande Reggina quella scesa in campo contro l’Udinese. Il primo tempo, condotto magistralmente da Cozza e compagni, ha fatto sì di cancellare i fantasmi di Brescia (che col Bologna ha “perso” quei punti “guadagnati” contro di noi… ) e i tre punti, se guardiamo i risultati delle dirette concorrenti, si sono rivelati una linfa vitale per il proseguio del campionato.

Finalmente lasciamo il quart’ultimo posto e la quinta vittoria consecutiva in casa deve essere un monito per chiunque venga a Reggio credendo di poter portare via punti facilmente…
Ma torniamo alla partita, un primo tempo, come dicevamo e come ha dichiarato anche mr De Canio, giocato alla grande, dove la Reggina ha imposto il suo gioco contro una squadra che naviga nelle zone alte della classifica (se avesse vinto si sarebbe trovata a due soli punti dal 4° posto… ). Gli amaranto sono andati subito in gol, costringendo l’ Udinese a rincorrere. E’ da annotare soprattutto la grande prova di carattere, non è bastato andare due volte in vantaggio, rimontati grazie a due gol subiti ingenuamente, e come successo a Brescia (a parti invertite) nel momento in cui l’Udinese stava prendendo in mano la partita, è arrivata la terza rete, su rigore (sacrosanto), che ha chiuso la partita. L’Udinese ha cercato di spingere cercando di riacciuffare la partita, ma gli uomini di De Canio (grazie anche all’innesto di Mamede Mozart e Morabito) si sono ben chiusi e hanno difeso il risultato a denti stretti.

Alla fine, come ha anche confermato Spalletti, ha vinto chi meritava di più e cioè la Reggina, che in casa non perde un colpo, ma che deve cercare la continuità andando a vincere fuoricasa già da domenica prossima contro un Torino sempre più in crisi (si è fatto rimontare e vincere dal Chievo), ormai, purtroppo, fanalino di coda.
Convince la Reggina, convincono gli undici titolari scelti da De Canio (ha giocato bene anche Torrisi), convince l’assetto della squadra, anche se per ora ha prodotto solo punti “casalinghi”, fuori casa la squadra si è quasi sempre espressa bene.

Non ci resta che essere fiduciosi pensando al futuro, anche se rimangono quelle incertezze difensive che ci mettono in crisi puntualmente ogni domenica, ma se così non fosse, non lotteremo di certo per la salvezza…

scritto da…Antonio