Questo sito contribuisce alla audience di

La Top Ten della venticinquesima giornata

Il meglio e il peggio dell’ultima giornata, da Nedved a Vieri, dalle punte spuntate del Milan all’entrata assassina di Lanna. Ecco la Top Ten della settimana.

Leviamoci il cappello, ed iniziamo con il meglio.

5. “Son tornate le giostre” – Lopez scherza gli stopper, Corradi salta come un grillo, Simeone arriva da dietro e segna: è tornato il circo spettacolo Lazio.

4. “Silenzio, parla Mutu” – L’alfiere del Parma è lui, che continua a segnare e a dare spettacolo. E ora la sua squadra vola verso i primi posti.

3. “Il rimorchiatore” – La Juve è una corazzata, e il suo rimorchiatore verso il porto dello scudetto è lui, Nedved.

2. “Signore e signori, Signori” – Tic, palleggio sopra la testa dell’avversario, pam, sventola all’incrocio. Signori non fa un gol, disegna un’opera d’arte.

1. “Il Dominatore” – In 25 partite Vieri ha segnato da solo 23 gol: tutto il Torino ne ha fatti 16, il Como 17, il Modena 18. C’è altro da dire?

E ora il peggio, quello per cui non andare fieri.

5. “Montata la testa?” – Appena arrivata alle soglie della zona Champion’s League, l’Udinese se l’è fatta sotto: non è proprio un bel caratterino.

4. “Moratti & Moggi” – Il campionato sta giungendo al suo momento critico, e loro che fanno? Si beccano per un fuorigioco non visto in una partita finita 3-0 e per un gol in mischia al 95’ di mesi e mesi fa. Basta.

3. “Gara a chi fa peggio” – Ormai è chiaro, Como e Torino hanno capito per che cosa devono lottare: per chi fa la più brutta figura…

2. “Licenza di uccidere” – L’entrata di Lanna su Nakata sembrava quella che fa il cattivo dei film con James Bond. Poteva risparmiarsela.

1. “Drizzategli i piedi” – Secondo 0-0 consecutivo per il Milan: o agli attaccanti hanno messo i ferri da stiro al posto dei piedi, o c’è da rivedere qualcosa nel gioco. Che ne dice Ancelotti?