Questo sito contribuisce alla audience di

Anno nuovo vita vecchia

Come non detto, il campionato ricomincia e la Juve vince e allunga ancora. Pareggia l’Inter, e il Milan lo scavalca. Sale ancora il Livorno.

Il 2006 ricomincia da dove era finito il 2005: una Juve stellare che vince con chiunque. Anche a Palermo la solita storia, tranne che per il solito gol di Trezeguet: i bianconeri espugnano la Sicilia e allungano sugli inseguitori. Pure quando non segna Trezeguet, pure quando non ci sono né Buffon né Nedved, il copione è lo stesso: vittoria. Eroe di giornata Mutu, autore di una doppietta.

Gli inseguitori invece non fanno altro che sorpassarsi a vicenda senza guadagnare nulla sulla testa. Stavolta è il Milan a occupare la seconda piazza, grazie al mezzo passo falso dell’Inter a Siena. Mancini pizzica la Juve, ma i suoi attaccanti non pizzicano nemmeno un po’ il portiere del Siena Mirante (in odore di Juve, guarda un po’…): Adriano e soci sbagliano lo sbagliabile e buttano a mare una vittoria importante.
I rossoneri invece, pur soffrendo più del necessario, hanno la meglio sul Parma: è un 4-3 denso di gol ma povero di gioco (a segno Kakà, Shevchenko e Gilardino).

Altre due parole in breve per fare ancora tanti complimenti a Livorno e Chievo, che continuano a vincere e a salire in classifica. I toscani espugnano Marassi grazie al loro condottiero Lucarelli, i veneti regolano in casa il solito Lecce derelitto in trasferta. Bene le romane, entrambe vincenti su Ascoli e Treviso.

(foto AP - virgilio.it)

Link correlati