Questo sito contribuisce alla audience di

Facciamo come Cook: conquistiamo l'Australia

Meno due giorni agli ottavi di finale: per andare avanti nel Mondiale dovremo superare i canguri. Nesta fuori, dubbi in attacco.

Abbiamo appena messo da parte i patemi e le ansie del girone di qualificazione, e c’è già da pensare agli ottavi di finale. Ci aspettano i canguri dell’Australia, guidati da capitan Viduka, tra soli due giorni. Con ancora la curiosità per gli exit poll del referendum, alle 17 partirà l’inno nazionale: l’Italia si fermerà di nuovo come giovedi?

La partita con gli australiani non sarà per niente semplice così come sembra (e lo dice pure Perrotta, che addirittura avrebbe preferito incontrare subito il Brasile…). Quei due là davanti (Viduka e Kewell) non saranno certo Henry e Ronaldinho, ma non sono nemmeno due pipperi: e poi i loro compagni corrono come pazzi, certamente più degli azzurri sonnolenti visti nel primo tempo contro i cechi.
Capitolo formazione: con Nesta sicuro assente (se andremo avanti, potrà essere recuperato per i quarti), sostituito da Materazzi, i dubbi sono tutti in attacco. Lippi ha un dilemma: tornare al 4-3-1-2 che ha portato avanti per due anni o rimanere al più tattico 4-3-3 con Camoranesi invece che Toni?
Mah, vedremo: il furor di popolo vorrebbe Totti dietro a due punte, il pensiero italico probabilmente farà propendere Lippi al modulo anti-Cechia.

Per chiudere, un paio di dichiarazioni azzurre.
Zambrotta: “Totti? Anch’io, come Lippi, lo farei giocare. Con lui fin qui abbiamo vinto. Non può essere al 100 per 100 ma ha disputato buone gare. E poi è un fuoriclasse, fa la differenza anche se non è al massimo”. Siamo d’accordo.
Barone: “In tribuna mio padre, mia madre, mia sorella, la mia ragazza più di tutti aspettavano quel passaggio. Io ho fatto uno scatto di 50-60 metri quando Pippo ha preso la palla pensando che magari me l’avrebbe data. Però dentro di me sapevo che non mi sarebbe mai arrivata… ma ha fatto bene, ha segnato il gol della sicurezza”. Beh, io non sarei nemmeno scattato…

(foto fifaworldcup.com)

Argomenti