Questo sito contribuisce alla audience di

L’Inter da leggenda vola ancora

I nerazzurri vincono la 15ma partita consecutiva e continuano a volare anche a porte chiuse. Tiene il passo la Roma, l’Empoli vince a Palermo e diventa quarto (!). Vittorie anche per Milan e Fiorentina.

La prima domenica del nuovo calcio senza pubblico e con tanti tornelli in più riserva bei gol e qualche sorpresa, oltre all’ennesimo record nerazzurro. L’Inter vince anche a Verona contro il Chievo, ed entra nella leggenda: quindicesima vittoria consecutiva, nuovo incredibile record. Dietro la Roma tiene (vittoria contro il Parma), ma onestamente oggi nessuno sano di mente pensa ad un possibile aggancio.

Contro la squadra di Del Neri i nerazzurri imboccano la via giusta già dopo pochi secondi: Adriano torna Imperatore e trova un gran sinistro dal limite per l’1-0. Poi l’Inter dà la solita sensazione di dominio assoluto, e a inizio secondo tempo trova pure il raddoppio con Crespo: l’onnipotenza nerazzurra è talmente limpida che non vale nemmeno la pena parlare di qualche erroruccio arbitrale…

La Roma al secondo posto mantiene la stessa velocità di crociera della capolista, grazie al netto 3-0 contro il Parma: prima di trovare il vantaggio i giallorossi soffrono un po’, ma poi è tutta una discesa. Ha aperto le danze Totti, di testa, ha raddoppiato Perrotta, con un tap in da 20 centimetri, e ha triplicato Taddei.

In breve il resto.

Nel giorno dell’esordio di Ronaldo è stato Jankulovski a far sorridere i tifosi rossoneri: prima aveva addirittura aperto le segnature Gattuso, ma Lucarelli aveva pareggiato dopo pochi minuti. Il Fenomeno ci ha provato un paio di volte a esordire col gol, ma niente da fare.

Importanti exploit anche per Empoli e Fiorentina: i Cagni boys espugnano Palermo grazie ad un gol di Almiron, e salgono ad un incredibile quarto posto, mentre i viola regolano all’inglese una sterile Udinese (2-0 firmato dalle punte di riserva Reginaldo e Pazzini).

Infine vittorie per la Reggina sul Torino (Bianchi man of the match) e per la Samp sull’Ascoli (2-0), pareggi altrove.

(foto estadao.br)

Argomenti