Questo sito contribuisce alla audience di

Due doni di Toni a Donadoni

I Campioni del mondo battono agevolmente la Scozia grazie ad una doppietta dell’attaccante della Fiorentina. Donadoni si risolleva, e la testa della classifica si riavvicina.

Dopo tanta attesa per un match decisivo, finalmente Donadoni può tirare un sospiro di sollievo. La Scozia è stata battuta, la testa della classifica si è riavvicinata, il clima è tornato a volgere al bello. Lassù in cima al gruppo dell’Italia cè una ressa tipo la metropolitana di Roma all’ora di punta: Francia, Scozia e Ucraina a 12, Italia a 10. Però nel prossimo turno noi avremo contro i farlocchi delle Far Oer, mentre gli altri si scontrerarnno tra loro.

A Bari, in uno stadio entusiasta, gli azzurri hanno ritrovato un po’ dello spirito mondiale. Sono partiti a mille contro gli scozzesi e già dopo 11 minuti sono passati in vantaggio. Calcio di punizione di Oddo e testata vincente di Toni. Donadoni si aggrappava a lui per scardinare la rocciosa difesa anglosassone, e lui ha risposto alla grande.

Non c’era Del Piero, non c’era Pirlo, ma il centrocampo orchestrato da De Rossi e Gattuso filtrava e proponeva: Di Natale e Camoranesi sulle fasce hanno spinto bene, e solo per poco non è arrivato il raddoppio. Nel finale del tempo, però, sono usciti un po’ fuori gli avversari, senza comunque creare eccessivi pericoli.

La ripresa ha visto la squadra italiana rientrare con convinzione, e a metà tempo, dopo due grosse occasioni sprecate da Di Natale, è arrivato il 2-0. Ancora Toni, ancora di testa (assist di Camoranesi), ma mezzo gol è da attribuire alla infinita grinta di Gattuso, che è andato a sradicarsi il pallone dei piedi dei basiti scozzesi.

Insomma, un mercoledi col sorriso sulle labbra, che ha ristabilito le distanze tra una squadra Campione del mondo, e un’altra campione tutt’al più di un isolotto.

(foto gazzetta.it)

Argomenti