Questo sito contribuisce alla audience di

Si infiamma il duello Inter-Roma

I nerazzurri festeggiano il centenario vincendo 2-0 sulla Reggina, la Roma espugna Napoli con lo stesso risultato. Vittorie anche per Siena, Samp, Toro, Lazio, Catania.

Doveva essere una giornata pro-Inter, e invece è stata una giornata che ha finito per infiammare ancora di più il campionato: la Roma ha espugnato Napoli ed è ancora a -6.
I nerazzurri hanno concluso la settimana dei festeggiamenti del centenario con una vittoria all’inglese sulla Reggina. Nell’anticipo pre-Liverpool Mancini ha avuto modo di far rientrare Ibrahimovic e di arginare la risalita della Roma, facendo così contenti tutti i tifosi (vip e non, a partire da Celentano).
A San Siro la gara è stata sbloccata da un rigore di Ibra (fallo su Cambiasso, in verità un po’ contestato dai reggini), seguito poi dal raddoppio della tranquillità di Burdisso (colpo di testa su punizione): per la Reggina solo qualche tentativo, bloccato da bellissime parate di un Julio Cesar in gran forma. E ora la testa alla Champions, alla ricerca di una (speriamo) storica rimonta.
La Roma ha risposto alla grande, confermando l’attuale splendido momento di forma: dopo aver espugnato il Bernabeu, violato anche il San Paolo. Ci ha pensato ancora una volta Totti, autore di gol e assist. Prima ha liberato Perrotta solo in area per la rete del vantaggio, poi nella ripresa, dopo varie occasioni fallite per il raddoppio, ha segnato dal dischetto il finale 2-0.
E così l’inseguimento alla capolista continua, con all’orizzonte una sfida niente male: domenica all’Olimpico arriva il Milan.

Si accende anche lotta per gli altri due posti Champions League: in attesa della Juve (che posticipa), il Milan piomba sulla Fiorentina, grazie alla vittoria sul campo dell’Empoli e alla contemporanea sconfitta dei viola a Siena.
I rossoneri hanno risolto la gara nel finale, dopo che sull’1-1 Marchisio aveva colpito un clamoroso palo. I gol di Pato e Buscè avevano animato il primo tempo, nella ripresa il match winner è stato Ambrosini (mentre il gol conclusivo di Kakà è stato buono solo per gli almanacchi).
A Siena invece la squadra di Prandelli ha trovato semaforo rosso: Pazzini spreca un’occasione gigantesca per andare in vantaggio, poi la partita ristagnava fino alla decisiva bellissima punizione di Maccarone.

Chiudiamo con gli altri risultati. Vittorie per Torino (1-0 di Barone all’Atalanta), Lazio (2-0 Rocchi-Pandev al Livorno), Sampdoria (2-1 a Parma Maggio-Bonazzoli), Catania (2-1 al Cagliari). Pareggio tra Palermo e Udinese.

(foto inter.it)

Argomenti