Questo sito contribuisce alla audience di

Azzurri, tocca a voi

Si avvicina l'ora dell'esordio dell'Italia. La formazione sembra fatta, resta solo da entrare in campo... e ripensare allo spirito di Germania 2006.

In Svizzera è tutto pronto per l’esordio dell’Italia. Ci troveremo di fronte l’Olanda di Van Basten, battesimo pregiato per saggiare la nostra voglia di Europeo. Il girone di ferro degli azzurri inizierà dunque con un esame di quelli tosti, perché gli “oranje” non sono proprio degli sprovveduti.
Speriamo che rimangano incompiuti come quasi sempre nella loro storia, e speriamo di rinverdire la buona stella che abbiamo avuto le ultime volte che li abbiamo incrociati: ricordare l’epica semifinale di Euro 2000, quando Toldo parò tutto e Totti fece il cucchiaio?

Donadoni si presenta alla partita con pochi dubbi e la fiducia nello storico modulo 4-3-3. Panucci, rinsavito dal risentimento al ginocchio, dovrebbe essere della partita, insieme a Barzagli, Materazzi e Zambrotta. In mezzo al campo dovrebbero esordire Pirlo, De Rossi e Gattuso, mentre i tre attaccanti in pole position sono Di Natale, Toni e Camoranesi. Stanno creando qualche dubbio al ct Grosso in difesa, Ambrosini in mezzo, e Del Piero davanti (se fosse titolare sarebbe capitano).
Considerando però che io non sono a Baden insieme alla nazionale, e che non sono Nostradamus, non è detto che la formazione appena elencata sia quella vera…

A infortuni non stanno messi male nemmeno gli olandesi. All’ultimo si è rotto Robben, che dunque non sarà della gara, mentre Van Persie dovrebbe iniziare dalla panchina. Bisognerà comunque stare attenti a quello spilungone di Van Nistelrooy e ai tiri di Sneijder.
Detto ciò, se i nostri saranno quelli del Mondiale, gli olandesi dovranno già pensare alla seconda partita con la Francia.
Esperamos que l’Italia ci faccia gioire ancora…

Argomenti