Questo sito contribuisce alla audience di

Le pagelle di Italia-Romania

Buffon il migliore, senza il minimo dubbio. In complesso buona prestazione, ma non basta...

Buffon: 8. Se l’Italia è ancora viva, lo deve al suo più grande portiere della storia. Il rigore parato a Mutu è un’opera d’arte da mettere nei sussidiari degli scolaretti.
Zambrotta: 5,5. La media tra il 4 per il clamoroso errore pro-Mutu e il 7 di stima grazie al cuore e alla grinta. Ma lo Zambrotta dei Mondiali era un’altra cosa.
Panucci: 7. In mezzo alla difesa la sua grinta dà ottimi frutti, così come la sua prontezza in attacco. Da confermare.
Chiellini: 7. Leggi Panucci e ripeti.
Grosso: 7,5. Lui sì è quello dei Mondiali. Spinge e crossa, ma non basta.

 

De Rossi: 6,5. A centrocampo sembra quello più tonico, va anche vicino al gol in attacco. Buona prestazione.
Pirlo: 5,5. Forse è stanco, o magari i suoi bioritmi di questo mese sono sfigati. Però è forse quello che sta deludendo di più. Vedere la punizione del secondo tempo sparata alle stelle per credere.
Perrotta: 6. Senza infamia e senza lode.
Camoranesi: 6,5. Per essere un semi-italiano, ci mette tutto quello che ha. Esce sfinito.

 

Del Piero: 6. In campo fa il capitano vero, e la squadra lo segue. Non brillante come in campionato, però la sua presenza si sente.
Toni: 6. Un gol lo segna pure, ma glielo annullano. Detto ciò, il goleador che tutta l’Europa ammira, si è visto un po’ pochino…
Cassano: 6,5. L’unico che in attacco salta l’uomo, crea superiorità numerica e inventa. Contro la Francia sarà il caso di farlo giocare?
Quagliarella e Ambrosini: s.v..

 

(immagine skysports.com)

Argomenti