Questo sito contribuisce alla audience di

Allons enfants!

Forza azzurri, ricacciamo in gola la marsigliese ai francesi! Dall'ultima spiaggia se ne salverà solo una (o forse nessuna...).

Dentro o fuori, in or out, gagner ou mourir. Ditelo come vi pare, ma il succo è uno solo: campioni e vicecampioni del mondo si scontreranno a Zurigo in una gara da ultima spiaggia che, se andrà bene, ne salverà solo una. Sì, perché magari mentre italiani e francesi se le staranno dando di santa ragione, con tutto il cuore che avranno, la Romania potrebbe aver già staccato il ticket per i quarti, battendo la capolista Olanda.
A Parigi e Roma c’è una paura grossa del biscottone: un presunto “prego si accomodi” olandese che permetterebbe a Mutu e soci di eliminare in un sol colpo Italia e Francia. Chi di voi ci crede? Per quanto mi riguarda, la ragione dice che potrebbe accadere facilmente, ma il cuore e qualche cosa chiamata speranza di mi fa dire di no: sennò a cosa sarebbe servita quell’incredibile parata di Buffon?

Mentre nel ritiro francese Domenech consulta gli astri e prepara il rientro di Vieira a centrocampo, a Baden Donadoni sta seriamente pensando a Cassano. Il fenomeno di Bari vecchia sembra l’ultimo asso nella manica, l’ultimo Messia al quale aggrapparsi, dopo che tutti gli altri, a parte Buffon, hanno “leggermente” toppato.
Cassano in campo dall’inizio significa anche ritorno al 4-3-3: sembra che possa tornare da titolare anche Di Natale, mentre Toni conserverà il centro dell’attacco. In difesa conferme quasi certe per Chiellini e Grosso, mentre in mezzo al campo serve tanta grinta: uno tra Gattuso ed Ambrosini giocherà.

Insomma, c’è poco da stare lì a riflettere: bisogna giocare col cuore in mano, con la testa lucida, e con la forza dei Campioni del Mondo. Poi, se sull’altro campo sarà biscottone, vorrà dire che si tornerà in Italia.
Per chiudere, elimino qualsiasi scaramanzia e faccio il pronostico: Olanda-Romania 3-1, Francia-Italia 1-1, azzurri promossi.

Argomenti