Questo sito contribuisce alla audience di

All’Inter là davanti c'è qualcuno di troppo.

Proviamo a vedere come potrebbe cambiare da gennaio l’organico dei campioni d’Italia.

adriano

Crespo, Adriano, Balotelli: il tridente è uno di quelli che giocherebbe più o meno in qualsiasi squadra europea, ma si sa, il mondo, all’Inter viene quasi sempre capovolto; stando alle ultime voci nerazzurre due di loro se ne andranno con l’arrivo del 2009.

Di sicuro ha le valigie pronte l’argentino, che giungerebbe al dunque terzo divorzio da Mourinho, sua vera ossessione in panchina. D’altronde se nelle estati di qualche anno fa la crisi Alitalia ancora non ci attanagliava era anche grazie ad Hernan, che per allontanarsi dallo Special One, sulla tratta Milano-Londra-Milano oramai era di casa. Battute a parte, tra l’argentino ed il tecnico portoghese non è mai scoccata la scintilla ed ora il Real Madrid in crisi di uomini e di risultati sta cercando il sostituto di Van Nistelrooy. Ma mai dire mai, la Roma è alla finestra; chissà, l’uomo giusto per andare avanti in Champions potrebbe proprio essere un ex laziale…

Capitolo Adriano: anche qui la rottura con Mou pare definitiva e il brasiliano non compare tra i convocati dalla partita vinta col Bologna a San Siro. Il figliol prodigo di Moratti probabilmente stavolta ha violato il rapporto di fiducia che finora lo ha legato al club di Via Durini. Gioca a suo favore l’inserimento in lista Champions, nella quale è già andato due volte a segno (e ne è il capocannoniere nerazzurro). Nonostante Gilmar Rinaldi, suo procuratore, che smentisce tutte le trattative, la “saudagi” è in agguato e tra poco a Rio sarà tempo di carnevale… Il Fluminense avrà le sue particolarissime carte da giocare!!!

Sembra invece leggermente più ancorato alla società nerazzurra Balotelli. Il gioiellino dell’under 21, in ombra anche nell’amichevole persa contro la Germania e criticato dal suo mister, conta molto sul parere del patron Moratti, che prima di privarsi di un prodotto della sua primavera (l’unico della rosa interista) ci vuole pensare un po’. Le offerte comunque non mancano: il Villareal, come per Giuseppe Rossi, ha fiutato l’affare e sono pronti 22 milioni per il trasferimento a giugno, mentre il Manchester City, club che non ha certo problemi di liquidità, ne ha messi sul piatto 20 per averlo subito. E visto che ci siamo, ve la sentite di escludere dalla corsa il solito Real?