Questo sito contribuisce alla audience di

Uefa: l’Udinese vince e passa, la Samp ne prende tre.

Quagliarella ed Obodo regalano i sedicesimi ai friulani, prima sconfitta di Mazzarri in Europa.


Al Friuli contro la temibile Dinamo Zagabria, l’Udinese si porta avanti con Quagliarella servito da Di Natale dopo appena cinque minuti di partita. Episodio extracalcistico a metà del secondo tempo: l’arbitro è costretto a sospendere momentaneamente il match a causa del copioso lancio di fumogeni da parte della tifoseria croata. Pochi secondi dopo la ripresa del gioco ecco il raddoppio di Obodo, che concretizza una buona iniziativa di Pepe sull’out di destra. Il definitivo 2-1 di Biscan arriva con un colpo di testa solo al 92’. I ragazzi di Marino sono gli unici a punteggio pieno nel girone D ed accedono ai sedicesimi matematicamente come prima classificata, visto che il Tottenham, unica squadra che la può raggiungere, è a quota 6, ma ha perso lo scontro diretto contro i bianconeri.

Situazione completamente diversa in casa Samp: con la sonora sconfitta in Belgio ora è a rischio anche il terzo posto, vista la contemporanea vittoria del Siviglia contro il deludente Partizan Belgrado. I doriani, appaiati a quota 4 con lo Stoccarda, si giocheranno probabilmente l’ultimo posto utile proprio coi tedeschi contro i quali giovedì scorso non si è andati oltre il pareggio a Marassi. A Liegi lo Standard liquida i blucerchiati nel giro di venti minuti: apre De Camargo che sul traversone di Jovanovic salta più alto di Lucchini ed infila Castellazzi. Il difensore statunitense Onyewu su corner dalla sinistra sovrasta Stankevicius e concede il bis, mentre lo scatenato Jovanovic finalizza a dovere un rapidissimo contropiede sempre sulla fascia destra blucerchiata. Il bello è che il primo tempo deve ancora finire…La luce non si accende neppure quando entra Cassano nel corso della ripresa. Fantantonio non è mica diventato Sant’Antonio!!