Questo sito contribuisce alla audience di

Calciomercato / Parte 4.

La Roma alle prese con i rinnovi, al Napoli c’è qualche scontento.

Quando le casse della società non abbondano certo di liquidi, allora bisogna accontentarsi di ciò che si ha, anzi i fa di tutto per tenerselo stretto. Una situazione del genere sta accadendo a Roma, sponda giallorossa, dove Rosella Sensi è impegnata nei rinnovi contrattuali di alcuni giocatori molto importanti per la sua squadra. Aquilani sembra aver trovato il tanto sospirato accordo e già da domenica contro il Milan sarà pronto a festeggiare il suo ritorno in campo (che guardacaso coincide proprio con la sua firma) dopo lo stop muscolare accusato contro il Chelsea. Diversa la posizione di Panucci, spinto ad accettare la riduzione dell’ingaggio e, per ora pronto ad andarsene a giugno a costo zero. In entrata si attendono novità sul caso Adriano: l’Inter non vuole cederlo in prestito e la Roma non vuole acquistare definitivamente il suo cartellino. Al momento non si fa nulla. Così come per Sergio Floccari, destinato a concludere la stagione della sua consacrazione con la maglia dell’Atalanta per poi essere conteso in estate dai maggiori club italiani (la Roma sembra in vantaggio). In casa Napoli si lavora invece in uscita: Mariano Bogliacino è stato ceduto al Parma per 4 milioni. L’uruguagio, giocatore interessantissimo, era stato fuori per un grave infortunio ad inizio stagione ed ora il ds Marino dovrà trovare un sostituto all’altezza: Tissone e Galloppa i nomi, più accreditato il primo che il secondo. E sul piede di partenza c’è anche l’altro uruguagio Zalayeta: da qualche tempo si allena a parte causa un presunto infortunio, ma la sua richiesta di giocare di più è stata accolta con freddezza da Reja che ha preso tempo. La Samp, che ha già preso Raggi dal Palermo e ha ceduto Bonazzoli alla Reggina, è alla finestra.