Questo sito contribuisce alla audience di

Luna rossa

Luna rossa Portata al successo in Italia dal reuccio Claudio Villa e negli Stati Uniti da Dean Martin, e riportata recentemente al successo da Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana, questo romantico pezzo si svolge in uno scenario di una Napoli notturna. Il tema lunare e' protagonista nei primi anni 50: da luna caprese a Nu quarto 'e luna fino a 'Na voce 'na chitarra (e 'o poco 'e luna)

 

Ricordiamo che Luna Rossa, e’ il nome della nostra rappresentante che
 ha partecipato all’america’s cup nel 2002.

 


LUNA
ROSSA

di: Vian - De Crescenzo

I

Vaco distrattamente abbandunato.

L’uocchie sotto ‘o cappiello annascunnute.

Mane int’ ‘a sacca e bavero ajzato.

vaco fiscann’a ‘e stelle ca so’ asciute.

Ritornello:

E
‘a luna rossa me parla ‘e te…

Io le domando si aspiette a me,

e me risponne: “Si ‘o vvuò sapè…

Cca’ nun ce sta nisciuna!”

E o chiammo ‘o nomme pe’ te vedè

ma tutt’ ‘a gente ca parla ‘e te

risponne: “E’ tarde: che vuò sapè!?

Cca’ nun ce sta nisciuna!”.

Luna rossa…

chi me sarrà sincera?

Luna rossa,

se n”e ghiuta l’ata sera

senza me vedè!

E io dico ancora ca “aspietta a me

fore ‘o balcone stanotte ‘e ttre

e prega ‘e sante pe’ me vedè”

…ma nun ce sta nisciuna!…


II

Mille e cchiù appuntamente aggiu tenuto.

Tante e cchiù sigarette aggio appicciato

tante tazze ‘e cafè me so’ bevuto.

Mille vucchelle amare aggiu vasato.

Ritornello:

E ‘a luna rossa me parla ‘e te…

Io le domando si aspiette a me,

e me risponne: “Si ‘o vvuò sapè…

Cca’ nun ce sta nisciuna!”

E o chiammo ‘o nomme pe’ te vedè

ma tutt’ ‘a gente ca parla ‘e te

risponne: “E’ tarde: che vuò sapè!?

Cca’ nun ce sta nisciuna!”.

Finale:

…ma nun ce sta nisciuna!…

ascoltamenù testi

Le categorie della guida