Questo sito contribuisce alla audience di

Un campano appassionato di Branduardi

&#nbsp; Michelangelo, e' un caro amico di Meta grande appassionato della musica di Angelo Branduardi, gestisce un piccolo caffe' al centro del paese, ed una piccola produzione di ottimi liquori locali,. &#nbsp;

Angelo Branduardi e’ tra i piu’ seguiti cantautori
italiani,  in rete sono i molti i siti a lui dedicati, ma forse non tutti
sanno che la mailing list, tra le piu’ seguite dedicate all’artista e gestita e
seguita da un carissimo amico di

Meta
, il mio paese,  si chiama
Branduardi-ans e fa
capo ad un intero sito messo su da
Michelangelo
con il contributo di tutti gli iscritti.

Non dimentichiamo che Branduardi ha collaborato anche con
artisti napoletani come la Nuova Compagnia di Canto popolare e ci fu una
splendida esibizione in un concerto di un po’ d’anni fa al Borgo di San
Leucio
.

Periodicamente ci sono incontri non solo tra i partecipanti,
l’ultimo e’ stato proprio a
Meta
,  ma anche con Angelo, recentemente incontrato dai
partecipani alla lista a Cuggiono suo paese natale, il quale e’ una
persona veramente molto disponibile ed alla mano vediamo cosa ci racconta
Michelangelo sulla sua passione per il cantautore milanese ed il sito e la
mailing list che sono nati in seguito:

Era il 1976 quando un giorno rimasi folgorato dall’ascolto di un brano
eseguito solo da due chitarre e un basso: si trattava di “Confessioni di un
malandrino”, versi di Sergej Esenin* magistralmente musicati da un emergente
Branduardi.

Da allora è iniziata la mia passione per il “Maestro”La sua musica, cosi’
particolare ad evocativa, ha sempre avuto su di me un effetto incredibile, di
trasporto in un altra dimensione, quasi oniric
a ma sempre attuale nei
contenuti..Branduardi ti lascia libertà. Libertà di ascoltare e sentire la sua
musica secondo la sensibilità che ti è più congeniale, liberta’ di interpretare
le sue storie e le sue fiabe come meglio credi o senti. Non ci sono messaggi
preconfezionati, non ci sono verità da comunicare. Certamente
ha finito per condizionare il mio modo di recepire la musica pur ascoltando ed
apprezzando altri generi musicali, dall’ Hard Rock al Blues, dal Jazz alla
Musica Classica; ma giustamente, come ha avuto modo di dire anche Angelo
Branduardi, esistono solo due categorie di musica:la brutta e la bella.

In questa sezione non sto a mostrare la discografia, i testi e notizie varie; ci
sono altri amici che lo hanno già fatto in maniera più egregia di quanto avrei
saputo fare io, mi limito pertanto a “linkare” il loro bei siti con un caldo
invito a visitarli.

 

 

 

Le categorie della guida