Questo sito contribuisce alla audience di

Arciconfraternite della Costiera sorrentina e Settimana santa

Quest'anno gli appassionati come me, che da anni seguono le manifestazioni della settimana santa in costiera sorrentina, avranno la possibilità di scaricare gli itinerari via web, sul sito di Processioni.com

Il sito Processioni.com, quest’anno da la possibilita’ agli appassionati dei suggestivi riti della settimana santa in costiera sorrentina poter di trovare on line gli itinerari delle varie Arciconfraternite appartenenti ai comuni della Penisola..

Il sito, realizzato molto bene, contiene tutte le informazioni necessarie sui cortei che danno vita tra il Giovedì ed il Venerdì Santo alla sfilata degli incappucciati, qui nei paesini che danno vita alla Penisola sorrentina.

Sono oltre diciotto i cortei di incappucciati che danno vita al secolare rito.
Nel comune di Sant’Agnello il rito del Giovedì santo, al calar delle tenebre, dopo la celebrazione della messa in “Coena Domini”, viene organizzato dalla Confraternita del SS. Cuore di Maria e di San Giuseppe meglio nota come la Confraternita dei Giuseppini le cui origini risalgono al 1887.

Gli incappucciati indossano il saio ed il cappuccio di colore bianco e recano onoreficenze ai Sepolcri del paese.
La’altra confraternita, Real Arciconfraternita del SS. Sacramento e Natività di Maria Santissima organizza la seconda Processione, che nella notte tra il Giovedì ed il Venerdì Santo, percorre le stradine del Paese.

La processione viene aperta da i battitori di tamburo e suonatori di squilli di tromba, la statua della Addolorata si vuole sia stata portata a Sant’Agnello da marinai provenienti dalla Sicilia.
Caratteristico di questo corteo il possente coro femminile che canta l’inno “Già condannato il Figlio” .

Il terzo corteo é invece organizzato, la sera del venerdì santo dalla Confraternita del Monte dei Morti dei SS. Prisco ed Agnello

I Sai indossati dagli incappucciati sono di colore nero e recano in processione la statua del Cristo morto del diciassettesimo secolo, apre il corteo di un nutrito gruppo di fanciulli che intona l’inno “Deh Popoli”.

Itinerari delle Processioni del Comune di Sant’Agnello

Nel comune di Piano di Sorrento le processioni della Settimana Santa a Piano si aprono, sempre il Giovedì Santo con gli incappucciati bianchi dell’ Arciconfraternita della SS. Annunziata. Altre tre Confraternite: “Morte ed Orazione”, “SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti (detta della Trinità) della “Purificazione di Maria“(Mortora) organizzano le altre sei Processioni del Giovedì sera e della notte e della sera del Venerdì Santo.
L’Arciconfraternita della SS. Trinità, e’ l’unico corteo che si caratterizza per i sai di colore rosso ed anche essa organizza un corteo Giovedì Santo ed un altro la sera del Venerdì.
Mentre al corteo del giovedì santo viene organizzato dai confratelli della Confraternita della Purificazione di Maria, i sai indossati sono di colore bianco e si distingue per la partecipazione di alcuni personaggi in abiti d’epoca che sfilano in tre gruppi distinti.

Itinerari delle processioni del comune di Piano di Sorrento

Le arciconfraternite di Piano di Sorrento

Arciconfraternita dei Luigini

Organizzate dai confratelli “neri” dell’Arciconfraternita della morte, sono le suggestivee cerimonie che precedono il Venerdì Santo, come la “presa del Cristo e della Madonna, al mattino è portata a spalla solo la statua della Vergine Addolorata , mentre alla sera anche quella del Cristo Morto.

Sono ben due le Confraternite che a Meta, mio paese, si prodigano nella organizzazione dei Cortei della Settimana Santa : l’Arciconfraternita della SS. Immacolata e l’Arciconfraternita del SS. Crocifisso e Pio Monte dei Morti.
Il coro maschile del Miserere che non è cantato, come tradizione vuole, non in stile gregoriano ma in stile Verdiano riprendendo il motivo da un’aria dell’opera “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi per l’appunto, accompagna i tre cortei di incappucciati: che percorrono le stradine del suggestivo paese sorrentino, la sera del Giovedì Santo ( Arciconfraternita dell’Immacolata, colore delle vesti bianco) e le altre due (organizzate dalla Arciconfraternita del SS. Crocifisso, il colore delle vesti è nero) la notte e la sera del Venerdì con la partecipazione di un coro di voci bianche che intona gli inni “Il Calvario” ed ” Ecco D’Amor la Vittima”.

Itinerari delle processioni di Meta

A Massalubrense i riti hanno luogo entrambi alla sera del Venerdì Santo. L’Arciconfraternita Morte ed Orazione, percorre le strade del centro ed ha avuto origine all’inizio del secolo scorso. Il corteo organizzato dalla Confraternita di San Filippo Neri, parte dalla frazione di Torca per raggiungere le confinanti Parrocchie di Pastena e di S. Agata. Un coro di voci bianche intona l’inno “Al Calvario”stesso testo della Confraternita del SS. Crocifisso di Meta. In utti e due i cortei i partecipanti indossano il saio nero.

Itinerari della Processione del Comune di Massalubrense

Il comune di Vico Equense, non ha una memoria storica, in questo senso, ogni tre anni l’ Arciconfraternita Morte ed Orazione di Seiano, organizza il suo corteo. Negli ultimi anni, l “Arciconfraternita dell’Assunta” organizza, il suo corteo, la caratteristica e’ il colore viola delle vesti dei partecipanti.

Itinerari della Processione del Comune di Vico Equense.

Ed infine, due le arciconfraternite che sfilano nel comune di sorrento:

Santa Monica, sai e cappucci di colore bianco, nella notte tra il giovedi’ e venerdi’ santo,

La Confraternita di San Catello, oggi incorporata all’interno dell’Arciconfraternita della Morte, nella quale si trasformò a seguito della sua aggregazione alla Confraternita Morte ed Orazione di Roma avvenuta nel 1586, è, dopo quella dei Battenti di Sant’Antonino, la più antica confraternita sorrentina. Cappucci e sai di colore nero, il rito si svolge il venerdi’ sera.

Le foto dei dipinti sono dell’artista sorrentino Bruno Balsamo

Ulteriori approfondimenti

Giampaolo Vigo - Confraternite

Diario di un sorrentino, amante delle tradizioni

Le categorie della guida