Questo sito contribuisce alla audience di

Assegnazione dei premi Cypraea – Giovane Europa

Anche quest'anno verranno assegnati i premi Cypraea – Giovane Europa, che andranno tra gli altri a Laura Boldrini, per il suo impegno nell' Alto commissariato dell’Onu per i Rifugiati

Assegnazione del Premio Cypraea- Giovane Europa

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la XIX Festa Internazionale della Primavera organizzata dall’Associazione Culturale Cypraea e patrocinata dal Ministero per i beni e le attività culturali, dagli Assessorati all’Istruzione e all’Agricoltura della Regione Campania e dal Comune e Pro Loco di Meta, dall’Osec e da Enti di cultura e consolati europei ed extraeuropei. La professoressa Cecilia Coppola, presidente dell’Associazione ne illustra gli obiettivi: “ la Festa della Primavera si basa sugli Scambi Giovanili resi possibili dall’impegno del dottor Giuseppe Omodei ,nella foto a sinistra, responsabile per la Regione Campania per l’Assessorato all’Istruzione. La manifestazione del 2005 è caratterizzata dalla presenza dei rappresentanti delle delegazione degli Stati Inghilterra, Germania, Svizzera, Polonia, Serbia, Palestina, Repubblica di Udmurtia, Kosovo, Messico, Taiwan e per l’Italia le regioni Liguria, Lombardia, Lazio, Campania e Puglia. Alcune come Palestina, Serbia, Kosovo, Polonia ed Udmurtia usciti da anni di conflitti. Il loro intervento sottolinea l’importanza di sperimentare una nuova prospettiva basata sul dialogo e la cooperazione in sostituzione di quella visione conflittuale che inasprisce e rende incolmabili i divari tra le culture. Gli studenti italiani potranno conoscere realtà difficili attraverso una prospettiva più immediata e diretta rispetto alle immagini proposte dai mass media.”

In questo straordinario contesto sabato 4 giugno, nella Terrazza Mediterranea del Bleu Village nel Comune di Meta, le delegazioni di queste nazioni riceveranno il Premio Cypraea – Giovane Europa insieme a Laura Boldrini, portavoce per l’Italia del l’Alto Commissariato dell’Onu per i Rifugiati, con la motivazione “ in quanto seguire la sua attività mette in condizione di esodo, fuori dalle mura della nostra casa, del nostro territorio e ci proietta nelle complesse situazioni di guerra, di disastri naturali, di povertà senza limiti, spingendoci a riflettere sul prezioso patrimonio della pace che ognuno ha il dovere di promuovere nella collaborazione dei popoli, nel coraggio dei singoli individui, nel progetto di una comune giustizia per cambiare il mondo nel segno di essa, riflettendo però che è necessario prima cambiare la nostra vita nel segno dell’amore. Il giornalismo e l’umanità di Laura Boldrini appartiene al patrimonio della buona informazione e risveglia nello spettatore il senso forte di preparare una terra aperta a nuove frontiere di pace”.

a Padre Fiorenzo sacerdote, cappuccinoun vero oceano di operosità per diffondere con coraggio e forza il grande messaggio della fede cristiana. Nei suoi documentari come produttore e regista, filmati in realtà missionarie in varie nazioni del mondo. Padre Fiorenzo fornisce la possibilità di poter assistere a nuovi linguaggi e nuove presenze della fede, quella fede che rende operosa e trasmette la parola di Cristo come messaggio di solidarietà, senso di appartenenza alla grande ed unica famiglia dell’umanità al di là di definizioni di razza e delimitazioni territoriali. Per Padre Fiorenzo esistere significa vivere ed agire nel mondo in qualità di esseri umani coscienti e sviluppare sempre di più la cultura della pace affinché il nostro secolo non abbia solo la connotazione della guerra, del razzismo, del bisogno di cibo, ma assuma il grande significato di essere liberi nel nome di valori cristiani che aborriscono ogni emarginazione culturale,sociale ed etica”

ad Antonino Siniscalchi ,giornalista de” Il Mattino” Antonino Siniscalchi, simbolo di un giornalismo indipendente e serio, punto di riferimento e genuino protagonista della nostra terra, è da sempre amico prezioso della Associazione Cypraea, stimolo per la nostra attività ,che segue da un ventennio con disponibilità ed attenzione, in quanto crede in questo mondo di giovani che allargano i propri confini al di là della penisola sorrentina per raggiungere paesi lontani con il desiderio di comunicare e costruire una nuova coscienza, che tuteli l’uomo nella sua dignità e nel suo desiderio di pace. Antonino Siniscalchi, oltre alle sue indiscusse capacità giornalistiche, possiede doti comunicative e una naturale carica di simpatia, caratteristiche che lo fanno apprezzare anche nel mondo della scuola. L’augurio è quello di continuare a credere nel nostro operato e conservare la sua professionalità, giornalistica espressa attraverso una informazione corretta che offre prova di coraggio ed autonomia, dimostrando quanto la strada di un giornalismo “ gentiluomo” abbia bisogno di sacrificio e tenacia”.

Un momento fondamentale, un’occasione di incontro per ragazzi di nazionalità diversa stanno maturando una piena coscienza di se stessi e del mondo che li circonda. A guidarli è la consapevolezza di creare un momento di confronto per le nuove generazioni per aiutarle a conoscersi oltre ogni pregiudizio e quindi a costruire un futuro migliore del nostro presente. In questo contesto straordinario i giovani assegnano e ricevono il Premio Cypraea – Giovane Europa..

Le categorie della guida