Questo sito contribuisce alla audience di

Tempus Fugit

Girato negli scenari del Parco Archeologico di Cuma, Angelo Serio ha da poco ultimato il montaggio del suo ultimo corto dal titolo “Tempus Fugit” protagonista ancora una volta Isa Danieli.

“Tempus Fugit” nuovo corto di Angelo Serio
con Isa Danieli protagonista e il piccolo Giuseeppe Affinito.

Girato negli scenari del Parco Archeologico di Cuma, Angelo Serio ha da poco ultimato il montaggio del suo ultimo corto dal titolo “Tempus Fugit” protagonista ancora una volta Isa Danieli.
Un binomio vincente, dopo la splendida esperienza di “ISA 9000″ docfiction che ha catturato l’America ( il film, applauditissimo al Lee Strasberg Theatre and Film Institute è stato recentemente acquisito dall’Università della California).

La Danieli, in un ruolo tra Gandalf de Il Signore degli Anelli ed il maestro Miyagi di Karate Kid, si scontrerà con un bambino in un’apparente partita a scacchi che, in realtà, sottende ben altro. Tra Sant’Agostino, Henri Bergson, Tolkien, Il settimo sigillo, la commedia all’italiana ed il bildungsroman, il nuovo corto del regista nocerino, scritto insieme con Rosario Gallone, esplora, sia pur sopra le righe, il delicato tema del tempo.

Una donna adulta.Un bambino.Una scacchiera. Lui cerca. Lei aspetta. Lei la guida. Lui l’allievo.
Una partita a scacchi, in un luogo situato in una dimensione spazio-temporale che non è la nostra, sottende ben altro: uno scontro dialettico tra due modi di intendere e di vivere il Tempo. Tra una mossa e l’altra, il ragazzo, impaziente, attanagliato da una sorta di fobia dei tempi morti, cammina senza pace, poi prende a costruire un puzzle tridimensionale raffigurante il mondo, mentre la donna/guida prende tutto il tempo che ritiene necessario per fare anche la più semplice delle mosse.
Il ragazzo vincerà la partita e lo sottolineerà con sicumera, ma ciò che è in gioco è ben più importante. E lì la sconfitta lo coglierà di sorpresa ponendolo di fronte ad un’amara realtà.

Il corto è sostenuto da
Regione Campania – Ass.to alla Cultura
Comune di Nocera Inferiore – Ass.to alla Cultura
Frame s.p.a.
Pigrecoemme
Pina Candia

Le scene sono di Renato Lori, montaggio Fernanda Indoni, i costumi di Imma Simonetti, la fotografia di Luigi Senatore, le musiche di Luigi Stazio e Faraualla

Tutti, attori e autori, hanno rinunciato al cachet.

Le categorie della guida