Questo sito contribuisce alla audience di

I Gipsy Fint

I Gipsy Fint, nascono nel 1998 da un'idea di Peppe Maiulli, ex componente della sberla, musicista, arrangiatore ed attore di cabaret. Finti gitani partenopei, cantano l'amaro sorriso del disagio di chi superando vittimismo ed autocommiserazione, ride di se stesso

I Gipsy Fint nascono nel 1998 durante una striscia televisiva, e quel “gioco” produsse subito nel pubblico curiosità ed interesse, fino a farne diventare uno dei gruppi più amati nell’ ambito televisivo. E’ da una idea di Peppe Maiulli (musicista, arrangiatore ed attore di cabaret, ex componente de “La Sberla“) e di Bruno Lanza (autore di Gigi Finizio, Peppino Di Capri, Fred Bongusto, Nino D’Angelo, Nino Buonocore, etc…).

Il gruppo vede inoltre tra i suoi componenti Geppy Bombace impareggiabile voce leader e showman e Gino Briglione (ex componente de “La Sberla” ed ex “Sergente a Sonagli“).

I Gipsy Fint si rivelano un gruppo Mariachi dichiaratamente “taroccato” con musiche ispano-napoletane, testi rifacenti alla matrice Carosoniana e spunti di cabaret dallo stile degno della migliore tradizione napoletana.

Siamo nel 2000 ed il gruppo approda alle corte di Maurizio Costanzo partecipando all’intera serie di “Buona Domenica” (su Canale 5), lanciando il brano “Che calor” che diventerà il tormentone fisso della trasmissione. Antonio Ricci (l’ideatore di “Striscia la notizia”) gli affida per 45 puntate la sigla di apertura del programma televisivo “Estatissima Sprint 2000″.

Nel 2001 I Gipsy Fint sono ancora a “Buona Domenica”. In seguito, consolidano il loro successo componendo ed interpretando la colonna sonora del film “La Repubblica di S. Gennaro” con Carlo Giuffré e Lucrezia Lante della Rovere.
Nel film i quattro artisti partecipano anche in veste di attori interpretando …loro stessi!!!

I Gipsy Fint hanno anche inciso”Funiculì, Funiculà” tratto dalla omonima trasmissione di Canale 9 e vincitrice del premio nazionale “Millecanali” 1999.

Hanno poi preso parte per 11 puntate al programma “Zoo Music” trasmesso da Rete A, lanciando la canzone “Allora si’ scema?” presente per un lungo periodo nella classifica dei brani… più demenziali!

Ormai i finti gitani partenopei sono di casa sulle emittenti Mediaset, conquistate dal loro verace senso umoristico, dalle loro parodie caciarone, dal loro fingersi un’orchestrina gipsy-messicana per rivelarsi immediatamente taroccati eredi della lezione dei posteggiatori

Le categorie della guida

Link correlati