Questo sito contribuisce alla audience di

Premio Cyprea 2006

Tra tantissimi giovani giunti nella penisola sorrentina per ricevere il Premio Cypraea -Giovane Europa nel corso delle manifestazioni della XX Festa Internazionale della Primavera, uno spazio è stato dato anche a personaggi che nel corso della loro vita hanno reso la la cultura come comunicazione e tutela di valori, di ideologie e presa di coscienza delle gravi e numerose problematiche dei nostri giorni.

Premio Cypraea: rispetto e cultura della vita

“ Il Premio Cypraea – spiega la presidente Cecilia Coppola - già conferito nel corso della sua lunga istituzione, a notissimi personaggi come Antonio Zichichi, Tra tantissimi giovani giunti nella penisola sorrentina per ricevere il Premio Piero Angela, Carlo Sgorlon, Giorgio Celli, Michel Quoist, Ysamu Yshji, Roberto De Simone, ha annoverato per questa edizione altri personaggi che hanno dato prova di impegno e di grande professionalità, testimonianza che la cultura della vita, nel suo significato più ampio fa parte del mondo e dell’umanità”.
Nel corso dell’incontro di tantissime delegazioni di studenti provenienti da gran parte delle nazioni mondiali ( Stati Uniti, Messico, Taiwan, Libano,Serbia, Palestina, Finlandia,Inghilterra, Germania, Repubblica di Udmurtia, Taiwan e Italia), il Premio Cypraea è stato consegnato al fondatore della psichiatria infantile, Giovanni Bollea, per il suo forte impegno umanitario speso nel mondo dei piccoli con operosità, professionalità, coraggio, passione e forza. Simbolo dell’importanza che la famiglia e la scuola svolgono nella società per renderla sana e ricca di fermenti produttivi e positivi A Maurizio Laruccia direttore generale dell’Azienda Atisale, per l’opera spesa nella protezione del patrimonio ambientale, culturale e tradizionale delle saline,in particolare quella di Margherita di Savoia e del Museo del Sale ad essa annesso, integrandole nelle realtà territoriali dei luoghi, per raggiungere attraverso la cooperazione l’obiettivo di tutela e salvaguardia di eredità preziose e vitali che il Mare ha donato all’uomo e che bisogna tutelare per le nuove generazioni. Alla giornalista e scrittrice Giuliana Gargiulo in quanto i suoi scritti contengono una particolare vibrazione interiore e comunicano la gioia di viaggiare, conoscere, sperimentare e nello stesso tempo il desiderio del ritorno a Sorrento, dove sostare per recuperare memorie e raccontarne la preziosa eredità perché le nuove generazioni comprendano la fortuna di essere parte di un territorio che, sebbene minacciato dallo sviluppo, continua a dispiegare il suo fascino ammaliatore.Altro vincitore Vincenzo Converso, presidente e fondatore dell’Associazione Acta che ha divulgato in penisola sorrentina il folclore di numerosi paesi del mondo polarizzando l’attenzione su civiltà lontane che nella vitalità della danza e del canto diventano testimonianza delle antiche tradizioni dei popoli. e di quanto la musica, di cui è valido e incomparabile interprete, sia capace di diffondere anche i fermenti del desiderio di Pace, bene prezioso dell’umanità..
Hanno consegnato i Premi Cecilia Coppola, presidente della Cypraea, gli studenti del Normaliseo di Helsinki, Delfina Sessa del gruppo Giuria Giovane Cypraea, il geologo Ettore Mastrogiacomo e Souzan Fatayers membro della Comunità Palestinese.
Il Premio gode del patrocinio del Ministero dei Beni e le attività culturali, dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania e della Fondazione Banco di Napoli per l’assistenza all’infanzia.

Le categorie della guida