Questo sito contribuisce alla audience di

Le tradizioni degli antichi matrimoni in costiera a "Idee Sposi"

E' stata la scrittrice Cecilia Coppola presidente della Cypraea a rendere unica ed esclusiva la serata di domenica 24 febbraio di Idee Spose, nel suo salotto culturale dedicato alle tradizioni popolari dei matrimoni in costiera sorrentina

Idee Sposi di Carolina Ciampa incontra le tradizioni di un matrimonio

Nei saloni dell’Albergo Cocumella di Sant’Agnello affollatissimo soprattutto di ragazze e mamme in cerca dell’idea di un matrimonio del tutto speciale, si è svolta la quinta edizione di “Idee Sposi” organizzato da “Glieventi” di Carolina Ciampa che è riuscita ad assemblare una vetrina di espositori capaci di offrire non solo servizi qualificati ma anche numerosi suggerimenti innovativi e originali. In un’atmosfera elegante si è dato spazio anche ad un “salotto culturale” su le antiche tradizioni e riti del matrimonio in penisola sorrentina partendo dal fidanzamento sino a trattare anche il momento della nascita.
Cecilia Coppola, scrittrice di favole ed esperta cultrice di tradizioni, presidente dell’Associazione Cypraea ha dato voce alla trepidante attesa di fidanzarsi delle giovanette che ricamavano il corredo e aiutavano in casa, sognando un futuro colmo d’amore con il “ principe” dei loro sogni, o imparavano le lingue e lezioni di pianoforte se di famiglia facoltosa e nobile.
Due mondi diversi ma simili nell’attesa dell’emozione del giorno delle nozze.  Sorprendente scoprire che l’attuale moda a Milano di indossare per quell’evento l’abito rosso era di usanza fra le contadine della zona alta di Seiano in Vico Equense, quando  giovani spose indossavano abiti di taffettas di colore rosso, marrone, verde e celeste. Tradizione che era abituale anche a Torre del Greco come ha spiegato Elvido Campaniello, giovane gioielliere che ha anche mostrato una pettinessa di oro rosa, diamanti  e corallo riproducente quella che appunto in passato si usava mettere fra i capelli per trattenere il velo. “Il corallo rappresentava la passione, ed era segno di buon augurio”.
Cecilia ha raccontato poi della preparazione del corredo, della sua stipulazione dinanzi ad un notaio, del rito del fidanzamento e relativi regali, del corteo per andare in Chiesa spesso formato con le carrozze di Nola,  della tovaglia di fiandra distesa ai piedi della sposa sulla soglia della casa dove si gettavano confetti di vario colore, grano, molliche di pane e fiocchetti di carta velina colorata, del viaggio di nozze che non si faceva, delle bomboniere che non si preparavano in quanto i confetti si distribuivano a cucchiate, delle usanze particolari delle ” Marinaresse” legate ai borghi dei pescatori sorrentini e tante altre curiosità e tradizioni di un tempo di dolcezza e di grazia, di sacrifici intensi e di passioni segrete dove esisteva il trinomio inscindibile di: casa, focolare e famiglia.
Testimonial della kermesse gli attori di “ Un posto al sole”, il simpaticissimo Patrizio Rispo con il suo libro di ricette “Un pasto al sole” edito da Graf  che prende nome dalla omonima soap opera e la dolcissima Ilenia Lazzarin che ha confessato la sua predisposizione per un matrimonio secondo le regole del passato. 
Carolina Campa ha poi sottolineato la difficoltà per una ragazza dei nostri tempi  conciliare nel matrimonio tradizione, sogno personale e tendenza e che Idee Sposi è un’ottima occasione di suggerimenti, proposte, un punto di incontro fra la sposa e coloro che devono prepararla ed aiutarla ad affrontare e vivere questo giorno emozionante con creatività, esperienza, fantasia e magia ».

Le categorie della guida