Questo sito contribuisce alla audience di

Voce e' notte

Il testo di questa canzone, tra le piu’ suggestive del repertorio napoletano fu scritte dal giovane Eduardo Nicolardi, all’epoca giornalista, e’ una canzone autobiografica del[...]

finestra

Il testo di questa canzone, tra le piu’ suggestive del repertorio napoletano fu scritte dal giovane Eduardo Nicolardi, all’epoca
giornalista, e’ una canzone autobiografica del giornalista..
Era l’anno 1903 ed il giovane poeta appena venticinquenne, si innamoro’ perdutamente di Anna Rossi, la sua bellissima vicina di casa figlia di un facoltoso commerciante.
Quando si decise a dichiarare il suo amore ai genitori della ragazza, questi lo cacciarono via.

La loro giovane rampolla non poteva andare in sposa ad un giovane poeta dal futuro incerto, ma bensi’ Pompeo Corbera, un ricco cliente del padre dalla veneranda eta’ di 75 anni.
La storia ha comunque un lieto fine, il destino, o l’età dell’anziano marito, volle che l’amore trionfasse.
Infatti dopo poco tempo dal matrimonio, Pompeo Corbera morì ed i due poterono convolare a giuste nozze coronando il loro sogno d’amore e noi avere una delle piu’ belle canzoni d’amore di tutti i tempi.

Voce e’ notte

si’ sta voce te sceta int’ ‘a nuttata,
mentre t’astrigne ‘o sposo tuio vicino,
statte scetata, si vuo’ sta scetata,
ma fa vede’ ca duorme a suonno chino.

Nun gghi’ vicino ‘e llastre pe’ ffa’ ‘a spia,
pecche’
nun puo’ sbaglia’: sta voce e’ ‘a mia!

E’ ‘a stessa voce ‘e quanno tutt’ ‘e dduje,
scurnuse, nce parlavamo c”o “vuje”!
Si sta voce te canta dint’ ‘ core
chello che nun te dico,

tutt’ ‘o turmiento ‘e nu luntano ammore,
tutto l’ammore ‘e nu turmiento antico,
Si te siente ‘na smania ‘e vule’ bbene,
‘na smania ‘e vase e correre pe’ vvene,
nu ffuoco ca t’abbrucia comm’ ‘a cche’,
vasate a chillo. Che te ‘mporta ‘e mme?

Si sta voce, che chiagne int ‘a nuttata
te sceta ‘o sposo, nun ave’ appaura!
Vide ch’e’ senza nomme ‘a serenata!
Dille accussi’: “Chi canta int’ ‘a sta via,

o sarra’ pazzo o more ‘e ggelusia.
Starra’ chiagnenno quacche ‘nfamita’.
Canta isso sulo….Ma che canta a ffa’?”

una voce nella notte
se questa voce ti sveglia nella notte,
mentre ti stringi il tuo sposo vicino,
sta’ sveglia se vuoi stare sveglia ma fingi di dormire un
sonno profondo;
non andare alla finestra per curiosare,
perche’ non puoi sbagliare: questa voce e’ la mia.
E’ la stessa voce di quando noi due timidamente ci davamo del
“voi”.
Se questa voce ti canta nel cuore cio’ che io non ti chiedo e non ti dico:
tutto il tormento di un amore lontano, tutto l’amore di un tormento antico.
Se senti il desiderio di voler bene, un desiderio di
baci correre nelle vene un fuoco che ti brucia come chissa’ che, bacia lui…cosa
t’importa di me??
Se questa voce che piange nella notte ti sveglia lo sposo, non
aver paura vedi che e’ senza nome la
serenata digli che dorma e che si rassicuri..digli cosi’: chi sta cantandoper
strada o sara’ pazzo, o muore di gelosia, stara’ piangendo per
qualche crudelta’, canta da solo…ma che canta a fare

Le categorie della guida