Questo sito contribuisce alla audience di

Gigione e Donatello

Noti in tutta la Campania e anche oltre i confini geografici, Gigione e Donatello, sono padre e figlio, nativi di Boscoreale ridente cittadina alle falde del Vesuvio, nella provincia napoletana si ebiscono assieme

gigione e jo donatello

Su Wikipedia, la libera enciclopedia on line, c’e’ nella versione napoletana, una sezione dedicata al mitico Gigione e Jò Donatello

Luigi Ciavarola, meglio conosciuto come Gigione, si puo’ considerare sulla cresta dell’onda oramai dagli anni 70, conosciuto in tutta la regione Campania e nel basso Lazio e’ accompagnato nelle sue esbizioni dal figlio Donatello che comincia la sua carriera percorrendo le orme del celebre padre negli anni ’90 grazie dal quale però presto si differenzia per le argomentazioni delle sue canzoni e per il pubblico.
Il loro repertorio si puo’ definire un genere “campagnolo” ovvero quasi un “trash-godereccio” con una breve parentesi nel “neomelodico-trash-sentimentale”.
Le loro canzoni raccolgono storie di vita della provincia napoletana, e spesso sono cover trash di successi discografici non solo italiani ma mondiali.
Protagonisti indiscussi di feste popolari e trasmissioni su reti locali e satellitari, sono seguiti soprattutto dagli italiani residenti all’estero.
La Campagnola e’ senza dubbio il successo piu’ conosciuto di Gigione, cover trash della ben piu’ raffinata “Canzone delle sei sorelle” tratta dall’indimenticabile “La Gatta Cenerentola” portata in scena da Roberto de Simone. Nella versione gigionesca viene fuori una cover erotico-trash-agreste.

Altri successi come “La signora del castello”, “La carcioffola”, “Lecca lecca”, “Giovanna Minigò” (versione trash di Gimmy Hope Joanna sono impressi nella nostra memoria come indelebili tormentoni estivi.

Gigione si cimenta anche in un repertorio intimistico religioso, con il suo successo “Padre Pio” ha preso parte al Maurizio Costanzo Show.
Dalla canzone alla trasposizione cinematografica il passo e’ breve e’ cosi’ viene realizzata la pellicola “Grazie Padre Pio” dove i due cantanti interpretano loro stessi; Gigione è un padre preoccupato per il figlio (Jo Donatello) che sembra avere preso una cattiva strada, interessandosi solo di donne e corse clandestine, così si reca a Pietralcina a chiedere la grazia a Padre Pio.
E’ possibile la visione dell’intera saga di Padre Pio sul sito trashopolis.
Jo Donatello affronta argomentazioni romantiche e sentimentali, e’ un repertorio adatto ad un pubblico piu’ giovane affronta tematiche adolescenziali, come le prime delusioni d’amore, i primi turbamenti adolescenziali.


Su Facebook, social network del momento, vi e’ anche un Fun club

Le categorie della guida

Link correlati