Questo sito contribuisce alla audience di

TOSA

ORIGINE: Giappone

UTILIZZO: anticamente cane da combattimento, oggi cane da guardia.

CLASSIFICAZIONE FCI
Gruppo 2 : cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani da montagna e bovari svizzeri.
Sezione 2.1 : Molossoidi, tipo dogue
Senza prova di lavoro

CENNI STORICI: il Giappone ha una lunga tradizione di cani da combattimento che risale al XIV secolo. Con tali precedenti, si allevò la razza incrociando il Shikoku-Ken e razze occidentali. Portando il nome della regione dove fu allevato, il Tosa è talvolta chiamato ” cane giapponese “. I cani occidentali usati per la creazione di questa razza furono i Bulldog (1872), i Mastini (1874), i Bracchi tedeschi (1876) e i Dogo tedeschi (1924). Tutti questi cani furono utilizzati per migliorare la razza mediante accoppiamenti consecutivi. Secondo alcuni, furono anche utilizzati San Bernardo e Bull-Terriers, ma non si sa in quale data. Il carattere ben stabilizzato nel Tosa di resistenza e di istinto al combattimento che si trovano tipicamente in questi cani possono essere attribuiti alla infusione del sangue di queste razze .

ASPETTO GENERALE: cane di taglia grande, con aspetto dignitoso e costruzione robusta. Orecchie cadenti, pelo corto, muso squadrato, coda cadente spessa alla base.

COMPORTAMENTO/ CARATTERE: caratterizzato per la pazienza, il sangue freddo, l’ardimento ed il coraggio.

TESTA
Regione craniale
Cranio: largo
Stop: nettamente pronunciato
Regione facciale
Tartufo: Grande, di colore nero
Muso: di lunghezza moderata. Canna nasale dritta.
Denti: forti. Articolati a forbice.
Orecchie: relativamente piccole, piuttosto appuntite, attaccate alte sui lati del cranio, cadenti contro le guance.

COLLO: muscoloso, con fanoni.

CORPO
Garrese: ben delineato.
Dorso: orizzontale e dritto.
Regione lombare: Larga, muscolosa.
Groppa: leggermente incurvata alla sommità.
Petto: largo e alto, costole moderatamente cinturate.
Ventre: ben rialzato.

CODA: spessa alla base, si assottiglia verso l’estremità, raggiunge il garretto quando è abbassata.

ARTI
ARTI ANTERIORI
Spalle: moderatamente inclinate.
Avambracci: dritti, moderatamente larghi e forti.
Metacarpi: leggermente inclinati e robusti
ARTI POSTERIORI: muscoli molto sviluppati. Articolazioni della grassella e del garretto moderatamente angolate, solide.

PIEDI: dita ben serrate, cuscinetti spessi ed elastici, unghie dure e preferibilmente di colore scuro.

ANDATURE: energiche e potenti.

MANTO
Pelo: corto, duro e fitto.
Colore: rosso, fulvo, albicocca, nero, rosso a strisce scure. Piccole macchie bianche sulla pettorina e sui piedi sono ammesse.

TAGLIA
Maschio : minimo 60 cm
Femmine : minimo 55 cm

DIFETTI
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità
Ossatura gracile
Muso a becco
Leggero prognatismo superiore o inferiore

DIFETTI ELIMINATORI
Prognatismo superiore o inferiore pronunciato
Cane timido

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.