Questo sito contribuisce alla audience di

TERRANOVA

Utilizzazione Cane da traino per carichi pesanti, cane da acqua. Classificazione F.C.I. Gruppo 2 Cani di tipo Pincher, Schnauzer, molossoidi e Bovari svizzeri. Sezione 2-2 molossoidi tipo cani da montagna senza prova di lavoro.

BREVE QUADRO STORICO

La razza trae origine dall’isola di Terranova da cani indigeni e dal grande cane nero a forma di orso introdotto dai vichinghi dopo il 1100. Con l’arrivo dei pescatori europei, una varietà di nuove razze concorse a formare e a rinvigorire la razza ma le caratteristiche essenziali rimasero. Quando nel 1610 cominciò la colonizzazione dell’isola, il cane di Terranova possedeva già in gran parte i requisiti della sua morfologia e del suo naturale comportamento. Queste caratteristiche permisero non solo di sopportare i rigori del clima estremo e le avversità del mare, ma anche di tirare pesanti carichi sulla terraferma o di servire come cane da acqua e da salvataggio.

ASPETTO GENERALE

Il cane di Terranova è massiccio, con corporatura potente, ben muscoloso e ben coordinato nel movimento.

PROPORZIONI IMPORTANTI

La lunghezza del corpo dal garrese all’attaccatura della coda è uguale alla distanza dal garrese al suolo. Il corpo è compatto. Il corpo della femmina può essere leggermente più lungo e meno massiccio di quello del maschio. La distanza dal garrese al profilo inferiore del torace è più grande della distanza dal profilo inferiore del torace al suolo.

COMPORTAMENTO E TEMPERAMENTO

L’espressione del cane di Terranova riflette benevolenza e dolcezza. Dignitoso, gioioso e creativo, è conosciuto per la sua pura gentilezza e serenità.

TESTA

Massiccia. La testa della femmina ha la stessa conformazione generale di quella del maschio, ma meno massiccia.

REGIONE DEL CRANIO

Cranio: ampio, con cupola leggermente arcuata e con occipite ben sviluppato.

Stop: evidente ma mai brusco.

REGIONE DEL MUSO

Naso: grande, ben pigmentato con narici ben sviluppate. Colori: nero su cani neri o bianco/neri, marrone su cani marroni.

Muso: decisamente squadrato, profondo e moderatamente corto, coperto di pelo corto e fine, e privo dì rughe. Gli angoli della bocca sono evidenti, ma non eccessivamente pronunciati.

Guance: morbide.

Chiusura: a forbice o a tenaglia.

Occhi: relativamente piccoli, profondi; distanziati e non devono mostrare la congiuntiva. Colore:

marrone scuro per i cani bianco/neri o neri, una sfumatura più chiara è ammessa nei cani marroni.

Orecchie: relativamente piccole, triangolari con punte arrotondate, attaccate ben all’indietro, ai lati della lesta e ben aderenti. Quando l’orecchio del cane adulto è portato in avanti, raggiunge l’angolo interno dell’occhio della stessa parte.

COLLO

Forte, muscoloso, ben inserito sulle spalle, abbastanza lungo da permettere un dignitoso portamento della testa. Il collo non deve presentare eccesso di giogaia.

CORPO

Ossatura massiccia. Visto di lato, il corpo è

profondo e vigoroso.

Linea superiore: rettilinea e solida dal garrese alla groppa,

Posteriore: ampio.

Rene: forte e ben muscoloso.

Groppa: ampia, che forma un angolo di circa 30°.

Torace: ampio, pieno e profondo con buona cerchiatura delle costole.

Ventre e linea inferiore: quasi rettilinea e mai rilevata.

ARTI ANTERIORI

Gli arti anteriori sono dritti e paralleli anche

quando il cane cammina o trotta lentamente.

Spalle: ben muscolose, ben inclinate, formanti un angolo di circa 45° sulla linea ell’orizzonte.

Gomiti; aderenti al torace.

Metacarpi: leggermente stesi.

Piedi anteriori: grandi e proporzionati al corpo, ben rotondi e forti, con dita ferme e compatte. La palmatura tra le dita è presente. Le unghie sono nere nei cani bianco/neri e neri, color corno nei cani marroni. Nel caso di dita bianche, le unghie non devono essere nere.

ARTI POSTERIORI

Poiché la forza per trainare carichi, nuotare o coprire efficacemente il terreno è largamente dipendente dal treno posteriore, la costruzione del posteriore del cane di Terranova è di basilare importanza. La groppa deve essere forte, ampia e lunga.

Coscia: ampia e muscolosa.

Ginocchio: ben inclinato, ma non tale da far apparire il posteriore sotto di sé.

Gamba: forte e abbastanza lunga.

Garretti: relativamente corti, ben perpendicolari e distanziati, paralleli tra loro; non devono mai girare in dentro o in fuori,

Piedi posteriori; chiusi e forti. Il colore delle unghie come negli anteriori. Gli speroni, se ci sono, devono essere rimossi.

CODA

La coda funge da timone quando il cane di Terranova nuota, perciò l’attaccatura deve essere forte e larga. Quando il cane è in stazione, la coda pende possibilmente con una piccola curvatura in punta, raggiungendo il garretto o appena al di sopra di esso. Quando il cane è in movimento o eccitato, la coda è portata rialzata con una leggera curvatura in alto ma mai arrotolata sul dorso o portata in dentro tra le gambe.

MOVIMENTO

Muove con un buon allungo degli arti anteriori e buona spinta degli arti posteriori, dando l’impressione di potenza senza sforzo. Un leggero rollio del dorso è naturale. Quando la velocità aumenta, il cane tende a un’unica traccia con la linea superiore che rimane rettilinea.

MANTELLO

Pelo

Il cane di Terranova ha un doppio pelo resistente all’acqua. Il pelo di copertura è moderatamente lungo, diritto, senza riccioli. Una leggera ondulazione è ammessa. Il sottopelo è soffice e denso, più denso in inverno che in estate, ma sempre di una certa lunghezza sulle natiche e sul petto. I peli su testa, muso e orecchie sono corti e fini. Gli arti anteriori e posteriori sono frangiati. La coda è completamente ricoperta di peli densi e fitti che non devono mai formare una bandiera.

COLORE

Nero, bianco/nero e marrone.

Nero: il colore tradizionale è il nero. Il colore deve essere il più possibile omogeneo, ma una leggera sfumatura bronzo è ammessa. Macchie bianche sul petto, sulle dita e/o sulla punta della coda sono ammesse.

Bianco/Nero: questa varietà è di importanza storica per la razza. Il disegno preferito della pezzatura è la testa nera, con preferibilmente una lista bianca che si estende sul muso, sella nera con pezzatura regolare, groppa e attaccatura coda neri.

Le restanti parti devono essere bianche ed avere il minimo di moschettatura.

Marrone: il colore marrone va dal cioccolato al bronzo. Macchie bianche sul petto, dita e/o punta della coda sono ammesse.

I cani di colore bianco/nero e marrone devono essere esposti nella stessa classe dei neri.

TAGLIA E PESO

L’altezza media al garrese è: maschi adulti: 71 cm (28 pollici): femmine adulte: 66 cm (26 pollici).

Il peso medio è: circa 68 kg per i maschi; circa 54 kg per le femmine.

Una grande taglia è desiderabile, ma mai a scapito della simmetria, generale armonia, potenza della costruzione e corretto movimento.

DIFETTI

Ogni deviazione rispetto ai punti precedenti deve essere considerata difetto e la severità con cui il difetto deve essere valutato deve essere esattamente proporzionata al suo grado:

- Aspetto generale; alto sugli arti, mancanza di sostanza.

- Struttura ossea: apparenza gracile, ossa sottili.

- Carattere- aggressività, timidezza.

- Testa. stretta.

- Muso; a punta, o lungo.

- Labbra: commessure labiali pronunciate.

- Occhi: rotondi, sporgenti, gialli o con congiuntiva pronunciata.

- Dorso: cifotico, debole o insellato.

- Arti anteriori: metacarpi cedevoli, piedi aperti, cagnolismo o mancinismo, assenza di palmatura fra le dita.

- Arti posteriori: ginocchio diritto, vaccinismo, arti a .botte, dita di piccione.

- Coda: corta, lunga, con nodo, arrotolata in punta.

- Movimento: passo corto, radente, a granchio, troppo chiuso, ondeggiante. che incrocia nell’anteriore, che gira in fuori o decisamente in dentro nell’anteriore, che steppa, che ambia.

- Pelo: completamente aperto.

DIFETTI DA SQUALIFICA

- Cattivo temperamento.

- Prognatismo, enognatismo, chiusura storta.

- Mantello corto o piatto.

- Pezzatura diversa dal bianco su un cane nero o marrone.

- Ogni altro colore diverso dal nero o bianco/nero o marrone.

NOTA; i maschi devono avere due testicoli di aspetto normale, visibili, ben discesi nello scroto.