Questo sito contribuisce alla audience di

IRISH TERRIER

ORIGINE: Irlanda UTILIZZO: cane da ferma tuttofare, cane da compagnia, cane da guardia che mostra il più grande disprezzo per il pericolo e le ferite, cane da caccia da corsa e da tiro.

CLASSIFICAZIONE FCI
Gruppo 3 : terriers
Sezione 1: terriers di grande e media taglia
Senza prova di lavoro

CENNI STORICI: le quattro razze di terrier irlandesi sono molto diverse da quelle inglesi e continentali. È possibile che questa razza sia la più antica dell’ Irlanda, ma non vi sono prove certe. Ancora nel 1880, il colore non era ancora stato fissato. A seguito di vari sforzi questa qualità fu fissata definitivamente agli albori del XX secolo. Da quel momento i terrier irlandesi fecero la loro apparizione nelle esposizioni, dove furono accordi con entusiasmo. La loro reputazione crebbe ulteriormente nella prima guerra mondiale, dove furono utilizzati per trasportare messaggi nel rumore terrificante e la confusione della guerra in trincea e dove diedero prova della loro intelligenza e del loro carattere intrepido. Il primo club della razza fu creato a Dublino nel 1879 e questa fu la prima delle quattro razze ad essere ufficialmente riconosciuta. La sua reputazione di cane litigioso è infondata. Benché sia capace di mostrarsi ardente quando necessario, è facile da educare ed è un buon compagno, che bene merita la definizione che gli hanno dato al suo debutto di ” sentinella del popolo, amico del contadino, favorito dall’uomo di qualità “.

ASPETTO GENERALE: l’aspetto è quella di un cane attivo, agile, tutto muscoli e nervi, con molta sostanza ma nello stesso tempo senza pesantezza. La velocità e la resistenza sono essenziali quanto la forza. Non deve essere né grossolano nelle sue forme né smilzo. Le linee della sua costituzione suggeriscono la velocità e offrono una silhouette elegante da corridore.

COMPORTAMENTO/CARATTERE: pure essendo capace di grandi slanci e di farsi rispettare dagli altri cani, è di una fedeltà rimarchevole. Di buon carattere e affettuoso con gli esseri umani, ma se è attaccato a il coraggio di un leone e combatterà fino all’estremo.

TESTA
Lunga, priva di rughe

REGIONE CRANIALE
Cranio: piatto e piuttosto stretto fra le orecchie, stretto anche fra gli occhi.
Stop: appena visibile salvo che di profilo

REGIONE FACCIALE
Tartufo: nero.
Guance: non troppo cariche. La regione sotto gli occhi deve esser leggermente in declivio per evitare l’aspetto “Greyhound ”
Labbra: devono essere molto unite e di colore praticamente nero.
Mascelle/denti: forti, muscolose e di lunghezza sufficiente per essere ” temibili “. I denti devono essere forti, regolari, sani. Articolazione a forbice.
Occhi: devono essere di colore scuro, piccoli, non prominenti e pieni di vita, di fuoco e di intelligenza. L’occhio giallo o chiaro costituisce difetto grave.
Orecchie: piccole, a forma di V, moderatamente spesse, ben attaccate sulla testa e cadenti in avanti contro le guance. La linea superiore dell’orecchio piegato deve essere ben al di sopra del livello del cranio. L’orecchio che pende di lato sulla testa come quello di un segugio è atipico e l’orecchio semieretto è un difetto ancora più grave. Il pelo dell’orecchio deve essere corto e più scuro che sul corpo.

COLLO: di buona lunghezza e allargato gradualmente verso le spalle, ben portato, privo di fanoni. Vi è una sorta di piccolo collare su ciascun lato del collo, che raggiunge quasi l’angolo dell’orecchio.

CORPO
Deve essere ben proporzionato, non troppo lungo né troppo corto.
Dorso: forte il diritto, non deve assolutamente mancare di fermezza dietro le spalle.
Regione lombare: muscolosa e molto leggermente convessa. Il rene può essere leggermente più lungo nelle femmine che nei maschi.
Petto: alto e muscoloso, ma non a pieno centro nè largo. Costole ben cinturate, piuttosto ben discese che rotonde e ben sviluppate all’indietro.

CODA: deve essere attaccata molto alta, portata gaiamente ma non sul dorso né arrotolata. Deve essere sufficientemente forte, di sostanza, e viene tagliata a tre quarti della sua lunghezza. Ben coperto da peli ruvidi, priva di frange e di peli lunghi.

ARTI
Davanti come dietro, gli arti si devono puntare dritti in avanti.
ARTI ANTERIORI
Moderatamente lunghi, bene in appiombo dalle spalle, perfettamente dritti, con forte ossatura e molto muscolosi .
Spalla: deve essere fine, lunga e inclinata all’indietro.
Gomito: libero di muoversi senza interferenze con la gabbia toracica.
Metacarpo: corto e dritto, appena percettibile.
ARTI POSTERIORI
Devono essere forti e muscolosi.
Grassella: angolo molto aperto, non girata all’esterno.
Coscia: potente.
Garretto: basso sul suolo.

PIEDI: devono essere forti, piuttosto rotondi e moderatamente piccoli. Le dita arcuate non sono girate né all’interno né all’esterno. Molto ricercate le unghie nere. I cuscinetti sono sani e non presentano né fessurazioni nè protuberanze cornee.

ANDATURE: gli arti anteriori posteriori che si portano dritti davanti e sono paralleli. I gomiti si muovono lungo l’asse longitudinale del corpo e non sono impacciati dalle costole. Le grasselle non sono girate né all’interno né all’esterno.

MANTO
Pelo: deve essere denso e a ” filo di ferro ” di tessitura, di aspetto “broken ” (duro, rado) ma portato coricato a piatto. I peli sono così fortemente serrati che quando vengono separati con le dita non si vede la pelle. Il pelo non deve essere né molle né setoso e non è abbastanza lungo da nascondere i contorni del corpo, in particolare i posteriori. Non forma né mèches nè riccioli. Il pelo della faccia è dello stesso tipo, ma corto (circa un quarto di pollice, ossia 6 mm) e questa è una caratteristica della razza. Una barba caprina evoca la presenza di pelo setoso e di cattiva qualità. Gli arti sono privi di frange e coperti come la testa da un pelo di tessitura duro come quello del corpo, ma meno lungo.
Colore: deve essere monocolore. I colori più ricercati sono il rosso vivo, il formentino rosso, il rosso giallo. Può esservi presenza di bianco sul petto e sui piedi. Questo è più criticabile sui piedi che sul petto, poiché una stella bianca è molto frequente in tutte le razze monocolori.

TAGLIA
Altezza al garrese: 45 cm (18 pollici)

Pesi
Maschi:12, 25 kg (27 libbre inglesi)
Femmine:11, 4 kg (25 libbre inglesi)

Anche se i pesi indicati sono quelli sopra, si tratta essenzialmente di un problema di stato generale, essendo facile da rilevare se un cane supera la taglia prescritta o è inferiore. Le misure non sono l’ultima parola nella valutazione di un cane. L’importante è selezionare soggetti armonici ed il più possibile vicini allo standard ma che presentano soprattutto le caratteristiche importanti della razza.

DIFETTI
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità

Tartufo di colore diverso dal nero
Prognatismo pronunciato inferiore o superiore
Qualsiasi colore fuori dallo standard. Una stella bianca sul petto è accettata, come in tutte le razze monocolori
Presenza di escrescenze cornee o di crepe nei cuscinetti

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.