Questo sito contribuisce alla audience di

ALASKAN MALAMUTE Cane del Grande Nord Dal Cuore D'oro

L'Alaskan Malamute è un cane possente e costruito solidamente, con torace forte e profondo, un corpo vigoroso e compatto ma non troppo corto, con un pelo di guardia folto e ruvido e di sufficiente lunghezza per proteggere un sottopelo denso e lanoso che misura da 2,5 a 5 cm. di profondità quando il cane è in pieno pelo.

La schiena è dritta e in leggera discesa verso le anche. Le reni dovrebbero essere muscolose con un movimento sciolto, ritmico e con potente spinta dei quarti posteriori. Sta ben dritto sugli arti e questa posizione gli conferisce un aspetto molto attivo, che dimostra interesse e curiosità.

La sua testa è larga e potente ma proporzionata alla dimensione del cane in modo da non farlo sembrare goffo o rozzo. Le orecchie, di media grandezza ma piccole in proporzione alla testa, sono a forma di cuneo e posizionate ai margini esterni posteriori del cranio e con la parte inferiore che si congiunge al cranio a livello dell’angolo superio dell’occhio. Quando è in attenzione, sono erette e puntano lievemente in avanti. Il muso è voluminoso in proporzione alla dimensione del cranio con una lieve diminuzione di larghezza e profondità dalla radice del naso. Le labbra ben aderenti, il naso nero, la mascella e la mandibola larghe con grossi denti con chiusura a forbice. Occhi marroni a mandorla e moderatamente grandi, posti obliquamente nel cranio. Il suo portamento è fiero, la testa eretta e gli occhi attenti e vigili. I disegni facciali sono una caratteristica distintiva: consistono in una calotta sulla testa, mentre il resto della faccia rimane omogeneo, bianco grigiastro oppure un disegno a maschera sulla faccia. Il collo è forte e moderatamente arcuato. La cassa toracica è ben sviluppata. Il corpo è costruito in modo compatto ma non troppo corto. Il dorso è diritto e leggermente declinante verso la groppa. I reni sono robusti e ben muscolati. La coda è piumosa e porta sopra la schiena come una piume ondeggiante. Le spalle sono moderatamente inclinante; zampe anteriori con ossatura robusta e ben muscolate, diritte fino ai metacarpi quando sono viste da davanti. I metacarpi sono corti e forti e leggermente inclinati quando sono visti di lato. I piedi sono tipo scarpa da neve, ben chiusi e spessi, con cuscinetti plantari ben imbottiti che gli danno un aspetto stabile e compatto. I piedi sono larghi, dita strettamente combacianti e ben arcuate. C’è uno sviluppo di pelo protettivo fra le dita. I cuscinetti plantari sono spessi e robusti; unghie corte e forti. Le zampe posteriori sono larghe e muscolose dalla cima al fondo della coscia; tibie moderatamente inclinate; le giunture dei garretto moderatamente inclinati e ben in appiombo. Quando sono viste da dietro, le zampe sono posizionate e si muovono precisamente in linea con il movimento delle zampe anteriori, né troppo chiuse né troppo aperte.

Il Manto: Il Malamute è rivestito da un doppio manto. Questo manto consiste da un sottopelo lanoso e da peli più lunghi all’esterno. Due volte l’anno i Malamute mutano il loro sottopelo, cioè, si liberano del sottopelo completamente. È un periodo molto intenso di spargimento di peli e che può durare fino a tre settimane dall’inizio del rivestimento. Le buone notizie sono che questo accade soltanto due volte l’anno. Le notizie difettose sono che il periodo di spargimento può essere piuttosto abbondante. I peli vengono fuori in grandi e piccoli ciuffi. Bisognerebbe spazzolarli frequentemente riducendo il periodo di caduta. Il Malamute è un cane molto un pulito quasi come un gatto. Anche quando è coperto in fango, si pulirà. Di conseguenza, alcuni proprietari toilettano i loro malamute soltanto una o due volte all’anno. Tranne durante la stagione della mutazione o d’estate, il Malamute ha bisogno di pochissima “manutenzione” a parte il spazzolarlo più possibile. Il colore del manto va, attraverso sfumature intermedie, dal grigio chiaro al nero, al sabbia, e attraverso sfumature sabbia al rosso. Combinazioni di colori sono accettabili nel sottopelo, in punti e contorni. L’unico colore solido permesso è il bianco. Il bianco è sempre il colore predominante nella parte inferiore del corpo, parti delle zampe, piedi e parti della maschera del muso. Una fiamma sulla fronte e/o un collare o una macchia sulla nuca è attraente e accettabile. Il Malamute pezzato e con colori rotti estesi sul corpo o con macchie irregolari è indesiderabile.

La Taglia. Le taglie desiderabili per il traino sono: maschi 63.5 cm al garrese, 38.6 Kg; femmine, 58.4 cm al garrese, 34 Kg. Tuttavia, la taglia non dovrebbe essere anteposta al tipo, alle proporzioni, al movimento e agli altri attributi funzionali. Solo quando i cani sono giudicati uguali nel tipo, nelle proporzioni, nel movimento, allora il cane più vicino alla taglia desiderabile per il traino è da preferirsi. La lunghezza del corpo dall’estremità della spalla al punto posteriore del bacino è più lungo dell’altezza del corpo, da terra alla cima del garrese. Il corpo non ha eccesso di peso e l’ossatura è in proporzione alla taglia. La profondità della cassa toracica è approssimativamente metà dell’altezza del cane alle spalle, il punto più profondo è subito dietro le zampe anteriori.

L’andatura del Malamute è regolare, bilanciato, potente. Quando visto di lato, le zampe posteriori mostrano una forte spinta, che è trasmessa alle zampe anteriori. Gli anteriori ricevono la spinta dal posteriore con un’armoniosa andatura reattiva. Quando è visto da davanti o da dietro, le zampe muovono su una linea e non troppo chiuse o troppo aperte. Nel trotto veloce, il piede convergerà verso la linea centrale del corpo. Un movimento pomposo o ogni movimento che non è completamente efficiente e instancabile, è da penalizzare.

Caratteristiche della razza: Attivo, vigile, curioso, fedelissimo, intelligentissimo, docile, affettuoso, riservato, pulito e non abbaia. Il suo manto rimane pulito e a differenza degli altri cani, non puzza. Egli tende a comunicare emettendo ululati tipici del suo antenato: il Lupo. Ma questo avviene molto raramente, magari quando c’e’ in giro una bella cagnolina che gli ha fatto gli occhi dolci! Attenzione: siete il suo padrone e vi sarà sempre fedele, ma non ve ne approfittare: è molto orgoglioso quindi non chiamatelo inutilmente, lui non verrà!