Questo sito contribuisce alla audience di

PERRO SIN DEL PERU'

ORIGINE: Perù UTILIZZO: cane da compagnia

CLASSIFICAZIONE FCI
Gruppo 5 : Spitz e cani di tipo primitivo
Sezione 6: cani di tipo primitivo
Senza prova di lavoro

CENNI STORICI: secondo alcuni esperti, questo cane fu introdotto in Perù durante l’immigrazione cinese, poco tempo dopo la promulgazione della legge che aboliva la schiavitù da parte del presidente Don Ramon Castilla. Altri invece ritengono che che il cane provenga dal continente africano. Un’altra ipotesi è che sia giunto in America seguendo le migrazioni umane dall’Asia attraverso lo stretto di Bering. Tuttavia, accanto a tutte queste ipotesi esistono prove certe come la rappresentazione che appaiono sulle ceramiche di varie civiltà pre incaiche (Vicus ,Mochica ,Chancay ed altre); in numerosi casi, il cane nudo ha rimpiazzato il fumo, il serpente e altri simboli, soprattutto nella cultura Chancay. Si può quindi dedurre da queste produzioni che il cane apparve nel corso delle epoche archeologiche preincaiche, ossia fra il 300 a.C. e il 1400 d.C.

ASPETTO GENERALE: secondo la sua conformazione generale, è un cane elegante e svelto il cui aspetto esprime rapidità, forza e armonia senza mai apparire grossolano. Questa razza presenta, come caratteristica fondamentale, l’assenza di pelo su tutto il corpo. Un’altra caratteristica è che la dentatura è quasi sempre incompleta. Di carattere nobile e affettuoso con chi gli è vicino, è riservato verso i forestieri, vivo, sveglio e buon guardiano.

PROPORZIONI IMPORTANTI: il rapporto fra altezza al garrese e lunghezza è di 1/1. Le femmine possono essere proporzionalmente più lunghe dei maschi.

COMPORTAMENTO/CARATTERE: nobile e affettuoso a casa con la famiglia, ma sempre vivo e sveglio; si dimostra diffidente e buon guardiano in presenza di estranei.

TESTA
Di conformazione lupoide.

REGIONE CRANIALE
Cranio: mesocefalo. Ortoide (gli assi superiori del cranio e della canna nasale sono paralleli), ma una leggera divergenza è accettata. Visto dal di sopra, il cranio è largo e la testa si assottiglia progressivamente verso il naso. Le arcate sopracciliari sono mediamente sviluppati. La cresta occipitale è poco marcata.
Stop: poco marcato (approssimativamente 140°).

REGIONE FACCIALE
Tartufo: di colore in armonia con quello della pelle.
Guance: normalmente sviluppate.
Musello: rettilineo.
Labbra: il più possibile tese e serrate contro le gengive.
Mascelle/denti: articolazione a forbice. I canini sono normalmente sviluppati. L’assenza di uno o tutti i premolari e molari è accettata. La mandibola è poco sviluppata.
Occhi: dotati di espressione sveglio e intelligente. Devono essere di dimensioni medie, leggermente a mandorla, non infossati né prominenti, non troppo ravvicinati né troppo distanziati. Il colore può partire dal nero per arrivare, passando attraverso tutti i toni del marrone, fino al giallo, in armonia con il colore della pelle.
Orecchie: le orecchie devono essere erette quando il cane è attento, mentre a riposo sono ripiegate all’indietro. Lunghezza media; larghe alla base, si stringono progressivamente all’estremità per finire in punta. L’attacco dell’orecchio comincia sulla parte superiore del cranio per finire lateralmente e obliquamente. Imposizione erette, gli assi delle orecchie formano un angolo variabile di circa 90 °.

COLLO
Linee superiore: convessa.
Lunghezza: approssimativamente della stessa lunghezza della testa.
Forma: simile a un tronco di cono, morbida, con buona muscolatura.
Pelle: fine, liscia ed elastica. Ben aderente ai tessuti sottocutanei. Fanoni assenti.

CORPO
Mesomorfo.
Linea del dorso: dritta, anche se alcuni soggetti presentano una convessità dorso lombare che si perde a livello della groppa.
Dorso: profilo superiore dritto, a come muscoli dorsali molto sviluppati tanto da formare lungo il dorso una biconcavità muscolare che si prolunga fino alla regione lombare.
Garrese: poco accentuato.
Groppa: profilo superiore leggermente convesso. Inclinazione sul orizzontale approssimativamente di 40 °. La sua conformazione solida e molto muscolosa assicura una buona spinta.
Regione lombare: forte e molto muscoloso. Da lunghezza è circa 1/5 dell’altezza al garrese.
Petto: visto di fronte, il petto deve avere una buona ampiezza, ma senza eccesso; disceso fino ai gomiti. Le costole devono essere leggermente cinturate, mai piatte. Il perimetro del petto, misurato dietro i gomiti, deve superare di circa il 18% l’altezza al garrese.
Linea inferiore: il profilo inferiore disegna una linea elegante e ben marcata che parte dalla parte inferiore del petto e risale lungo l’addome, che deve essere ben rialzato ma senza eccesso.

CODA: attaccata bassa. Di buona grossezza alla radice, si assottiglia progressivamente verso l’estremità. Quando il cane è attento può essere portata rialzata e ripiegata sul dorso, ma mai arrotolata. A riposo è cadente, con all’estremità un leggero uncino verso l’alto. Talora ripiegata verso l’addome. In lunghezza raggiunge il garretto. Non deve mai essere tagliata.

ARTI
ARTI ANTERIORI
Ben uniti a tronco. Visti di fronte sono perfettamente in appiombo e i gomiti non sono aperti. L’angolo scapolomerale varia tra 100 ° e 120 °. Di profilo, l’angolo tra il metacarpo e la verticale va da 15° a 20° .
Piedi anteriori: di lunghezza media, leporini. I cuscinetti sono forti e e resistenti al calore. Le membrane interdigitali sono molto sviluppate. I cani neri hanno di preferenza le unghie nere e i cani più chiari le unghie chiare.
ARTI POSTERIORI
I muscoli sono arrotondati ed elastici. La curva della natica è ben marcata. L’angolo coxofemorale varia tra 120 ° e 130 °, l’angolo fermo tibiale deve essere di 140 °. Visti da dietro, gli arti posteriori devono essere beni in appiombo. Speroni da eliminare.
Piedi posteriori: come egli anteriori.
ANDATURE: data la strutture e le angolazioni, questi cani si muovono con un passo piuttosto corto, ma rapido e nello stesso tempo molto ammortizzato e flessibile.

PELLE: la pelle deve essere liscia ed elastica su tutto superficie del corpo; ma può formare alcune linee arrotondate quasi concentriche sulla testa e attorno agli occhi e alle guance. È stato controllato che la temperatura interna ed esterna di questi cani è uguale a quella di tutte le altre razze. L’assenza di pelo conduce a una immissione immediata e diretta di calore, a differenza dei soggetti con pelo, nei quali il calore è dissipato dall’aria che passa attraverso il pelo.

MANTO
Pelo: per meritare il nome di cani nudo il pelo deve essere inesistente. Sono ammesse tracce sulla testa, all’estremità degli arti e della coda e, eccezionalmente, alcuni rari peli sul dorso.
Colore: il colore può assumere tutte le sfumature di nero, nero ardesia, nero elefante, nero bluastro, tutte le gamme del grigio, per arrivare fino al marrone scuro ed al biondo chiaro. Tutti questi colori possono essere uniformi o presentare macchie rossastre in qualsiasi punto del corpo.

TAGLIA
Esistono tre tipi di taglia, sia per i maschi che per le femmine.
Piccola: da 25 a 40 cm (da 9 e 3/4 a 15 e 3/4 pollice)
Media: da 40 a 50 cm (da 15 e 3/4 a 19 e 3/4 pollice)
Grande: da 50 a 65 cm (la 19 e 3/4 a 25 e 3/4 pollice)

PESO
Piccolo: da 4 a 8 kg (da 8,8 a 17,6 libbre)
Medio: da 8 a 12 kg (da 17,6 a 26,4 libbre)
Grande: da 12 a 25 kg (da 26,4 a 55,1 libbre)

DIFETTI
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità
Orecchie semierette
Speroni degli arti posteriori

DIFETTI ELIMINATORI
Prognatismo superiore o inferiore
Orecchie cadenti o accorciate
Troppo pelo nei punti accettati dallo standard
Anuria, coda corta, coda amputata
Presenza di pelo in punti non previsti dallo standard
Albinismo

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.