Questo sito contribuisce alla audience di

SEGUGIO FINLANDESE

UTILIZZAZIONE Segugio utilizzato per la caccia della lepre e della volpe. Caccia con entusiasmo e non si arrende neanche nelle circostanze più difficili. Lavora in forma indipendente, è un inseguitore polivalente che persegue la sua preda con voce sonora.

BREVI CENNI STORICI

All’inizio del diciannovesimo secolo, accanto ai cani autoctoni, c’erano in Finlandia numerosi cani che assomigliavano ai segugi europei. Lo sviluppo del segugio finlandese ebbe inizio dopo la fondazione del Kennel Club Finlandese nell’anno 1889. Il primo standard venne redatto nel 1932. I club di razza, sorti in diverse regioni del paese, ebbero un ruolo molto importante nello sviluppo della razza. Gli incroci effettuati all’inizio del ventesimo secolo contribuirono anche a creare il ceppo da cui discende il segugio finlandese.

ASPETTO GENERALE

Cane tricolore di taglia media e di altezza proporzionata al corpo il quale è visibilmente più lungo che alto a livello del garrese; è di costituzione forte, senza essere pesante. La superficie che copre in stazione (cioè, fermo in piedi) è lunga qunto il corpo o leggermente più lunga. Il davanti è largo quanto la cassa toracica ed il treno posteriore è largo almeno quanto il davanti. I caratteri sessuali devono essere ben marcati.

PROPORZIONI IMPORTANTI

Il rapporto tra la lunghezza del corpo e l’altezza al garrese è di 1,1 :1.
L’altezza del torace è uguale alla metà dell’altezza al garrese.
La lunghezza del muso è uguale a quella del cranio. La lunghezza del cranio è uguale alla sua larghezza ed alla sua altezza.

TEMPERAMENTO / COMPORTAMENTO

Calmo, energico ed amichevole, mai aggressivo.

TESTA

REGIONE CRANIALE

Cranio : Visto dil fronte, il cranio è proporzionalmente ampio e bombato nella sua parte superiore. La fronte, vista di profilo, è leggermente convessa. La linea superiore del cranio è parallela a quella della canna nasale; il solco tra gli occhi è appena visibile; le arcate supracciliari e l’occipite sono chiaramente visibili.

Stop : Accentuato dalle arcate supracciliari, lo stop è leggero, ma disegnato nettamente.

REGIONE FACCIALE

Tartufo : Ben sviluppato, di colore nero; le narici sono molto aperte e mobili.

Muso : Della stessa lunghezza del cranio, è moderatamente profondo e smagrisce leggermente; la canna nasale è diritta. Il labbro inferiore disegna il profilo inferiore, che è quasi parallelo alla linea superiore del muso.

Labbra : Molto sviluppate e molto pigmentate. Il labbro superiore disegna una curvatura elegante. Le labbra e le commessure della bocca sono strettamente aderenti.

Mascelle/denti : Le mascelle sono forti. I denti sono ben sviluppati e collocati simmetricamente nelle mascelle. La dentatura è completa e normale. Articolazione corretta a forma di forbice con incisivi regolari e ben corrispondenti.

Guance : Moderatamente piatte.

Occhi : Di grandezza media, non prominenti, leggermente ovali, di colore bruno scuro, ben diretti in avanti. L’espressione è calma. Le palpebre sono di colore nero.

Orecchie : Pendenti, con il bordo frontale incollato alla testa. Sono poste in modo che il bordo posteriore sia diretto quasi verso l’esterno e l’estremità verso la parte anteriore. Sono inserite su una linea che va del tartufo agli occhi. Sono piatte e raggiungono oltre la metà del muso quando sono tirate in avanti.

COLLO : Di lunghezza media, muscoloso, abbastanza distintamente disegnato; il margine superiore è leggermente arcuato. In stazione (cioè, quando il cane è fermo in piedi), l’estremità del naso si trova allo stesso livello della linea superiore del collo o leggermente più su.

CORPO

Dorso : Di lunghezza media, diritto e muscoloso.

Rene : Piuttosto corto e potente.

Groppa : Molto sviluppata, lunga e forte, leggermente obliqua. Vista di profilo, la linea dorsale si prolunga con un arco armonioso verso la punta ischiale

Petto : Lungo e profondo, disceso fino all’altezza dei gomiti.

Costole : Ben arcuate, lo sterno è chiaramente visibile.

Profilo inferiore e ventre: Leggermente sollevato.

CODA : Di inserzione bassa, leggermente ricurva, scende fino ai garretti. Grossa alla radice, si assottiglia gradualmente verso la punta. A riposo pende vicino gli arti posteriori; durante il movimento è portata all’altezza del dorso o leggermente più in basso. I peli che la ricoprono sono simili a quelli del resto del corpo.

ARTI

Arti anteriori

Visione d’insieme : Buone angolazioni. Visti di fronte, gli anteriori sono diritti e paralleli; l’avambraccio è verticale. Il punto più basso del petto si trova al livello dei gomiti. Il braccio e l’avambraccio hanno la stessa lunghezza.

Spalle : Piuttosto lunghe, oblique e potenti; aderenti al corpo, ma molto mobili.

Braccia : Della la stessa lunghezza delle scapole, chiaramente inclinate e forti.

Gomiti : Ben diretti all’indietro, molto aderenti e paralleli al corpo.

Avambracci : Potenti e nervosi, con un’ossatura solida e di taglio ovale.

Metacarpi : Leggermente inclinati.

Piedi anteriori : Leggermente ovali ed alti, con dita ben unite ed inarcate. Unghie dure, di preferenza di colore nero. Cuscinetti elastici, di preferenza di colore nero e coperti ai lati da un folto pelo.

Arti posteriori

Visione d’insieme : Forti, molto angolati; visti da dietro gli arti posteriori sono diritti e paralleli.

Cosce : Lunghe e larghe, con muscoli potenti.

Ginocchia : Dirette in davanti. La linea anteriore degli arti è lievemente arcuata .

Gambe : Moderatamente lunghe ed inclinate, nerborute.

Garretti : Forti, piuttosto bassi.

Metatarsi : Piuttosto corti e potenti, verticali.

Piedi posteriori : Di forma identica agli anteriori, rivolti diritto in avanti.

ANDATURE : Trotto leggero ed elastico con falcate distese. In movimento, la linea superiore rimane orizzontale e ferma. Le estremità si muovono in forma parallela.

PELLE : Spessa, ben aderente al corpo, senza presentare rughe.

MANTELLO

Pelo : Sottopelo corto, fitto e di tessitura molle. Il pelo del mantello è di lunghezza media, molto liscio, diritto, fitto e piuttosto ruvido.

Colore : Tricolore. Possiede un manto nero con focature sulla testa, parti inferiori del corpo, spalle, cosce e anche in alcune altre parti degli arti. Abitualmente presenta macchie bianche sulla testa, sul collo, sullo sterno, sulle parti inferiori delle estremità e sulla punta della coda.

TAGLIA

Altezza al garrese : Per i maschi da 55 a 61 cm, per le femmine da 52 a 58 cm.

Taglia ideale : Per i maschi da 57 a 59 cm, per le femmine da 54 a 56 cm.

DIFETTI

Ogni scarto rispetto a quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità.

Costruzione troppo leggera o troppo pesante.
Caratteristiche sessuali scorrette.
Forma della testa chiaramente triangolare.
Pelle lassa sulla testa.
Muso corto o appuntito.
Morso a pinza o leggero prognatismo superiore.
Corpo quadrato o troppo lungo
Groppa corta e contemporaneamente in ascesa.
Piedi lunghi, piatti, dita separate.
Pelo corto e manifestamente molle.
Manto picchiettato.
Colore del manto distintamente frammentato.
Abbondanza di pelo grigio o pelo lupo.
Altezza al garrese 1 cm. in più o in meno da quella stabilita dalllo standard.
Cane leggermente timoroso o eccessivamente aggressivo con gli altri cani.

DIFETTI ELIMINATORI

Depigmentazione totale del tartufo.
Prognatismo inferiore o prognatismo superiore pronunciato.
Coda annodata.
Altezza al garrese oltre 1 cm. in più o in meno da quella stabilita dalllo standard.
Cane pauroso o aggressivo.
N.B. : I maschi devono avere due tessticoli di aspetto normale, ben discesi nello scroto.