Questo sito contribuisce alla audience di

SEGUGIO POLACCO

Segugio di taglia media, di costituzione forte e compatta, dall'ossatura potente e relativamente massiccia, arti proporzionati. L'insieme della sua struttura esprime più la forza e la resistenza che la velocità. Durante la cerca la sua voce è chiara , sonora, di tonalità media e variabile; generalmente più acuta quella dellafemmina.

PROPORZIONI IMPORTANTI

Il cranio e la canna nasale sono di lunghezza uguale.

TESTA

Abbastanza pesante, cesellata nobilmente. Di profilo, ricorda un rettangolo di lunghezza media.

REGIONE CRANIALE

Cranio : La linea della fronte forma un angolo ottuso con la linea della canna nasale. Arcate sopracciliari molto sviluppate. La fronte presenta numerose rughe. Osso occipitale molto pronunciato.

Stop : Nettamente contrassegnato.

REGIONE FACCIALE

Tartufo : Nero, grande e largo.

Muso : Allungato, troncato all’estremità, né cuneiforme né appuntito.

Labbra : Spesse, cadenti. La commessura formata dal labbro inferiore è pendente.

Mascelle/denti : Mascelle forti, sufficientemente lunghe; l’articolazione è regolare.

Guance : Con muscoli ben sviluppati.

Occhi : Espressione dolce, tranquilla; disposti obliquamente, non profondamente infossati nelle orbite, di colore bruno scuro; palpebre inferiori pendenti nei cani anziani.

Orecchie : Introduzione bassa. Sono abbastanza lunghe, liberamente pendenti e leggermente arrotondate all’estremità. La parte inferiore del padiglione è a forma di cavatappi e ben aderente alla testa.

COLLO : Di grossezza notevole all’attaccatura col tronco, potente, muscoloso, di lunghezza media. Giogaia pendente con una notevole quantità di pelle plissettata.

CORPO

Dorso : Lungo, largo e muscoloso.

Groppa : Larga e non scoscesa.

Petto : Cassa toracica ampia, larga ed alta in proporzione. La regione sternale scende fino al gomito.

Costole : Ben curvate e lunghe, come tutta la cassa toracica, più prossime alla posizione verticale che nelle altre razze.

Ventre e fianchi : Addome importante, ampio, disceso quasi quanto la cassa toracica. Non manca di rotondità. . I fianchi non sono infossati; ben riempiti e arrotondati, con una possibile depressione sotto le ultime costole.

CODA : Introduzione abbastanza bassa, grossa e coperta di un pelo lungo nella sua parte inferiore. Arriva più sotto del garretto, è leggermente cadente, e a partire dalla metà della longitudine della gamba è lievemente arcuata. Durante il movimento normale del cane si presenta un po’ rialzata, ma mai ricurva. Durante la corsa si presenta un po’ eretta, ma senza sorpassare l’orizzontale.

ARTI

Arti anteriori

Spalle : Scapola obliqua; con muscoli ben sviluppati.

Avambracci : Piuttosto muscolosi.

Carpi: Ben marcati, prominenti, nitidi, asciutti, di un spessore corrispondente a quello dei metacarpi.

Piedi anteriori : Di ossatura e muscoli forti; dita ben serrate. Unghie potenti, grosse e corte nei cani che lavorano; sono di colore chiaro quando le dita sono bianche, e di colore nero quando le dita sono fulve.

Arti posteriori

Cosce : Lunghe, forti, muscoli ben sviluppati, di ossatura forte.

Gambe : Inclinate, abbastanza corte, molto muscolose.

Garretti : Asciutti, disegnati bene.

Metatarsi : Leggermente inclinati.

Piedi posteriori : Dita molto chiuse; unghie grosse, forti e corte; cuscinetti larghi, ricoperti di un tegumento spesso.

ANDATURE : Normalmente si muove al piccolo trotto lento e pesante. Durante la caccia, cerca ed insegue con un galoppo pesante.

MANTELLO

Pelo : Di lunghezza media, grosso, con un sottopelo spesso. È un po’ più lungo sulla regione dorsale, dietro agli arti posteriori e sulla parte inferiore della coda.

Colore : La testa e le orecchie, ad eccezione delle zone laterali del cranio, sono colore focato; le orecchie sono un po’ più scure del resto. Le estremità, la regione dello sterno e le cosce sono anch’esse di colore focato. Il corpo è nero, o grigio scuro quasi nero; Nell’antico linguaggio dei cacciatori polacchi veniva detto “pozdary” (bruciato). Il colore focato, essenzialmente rossiccio, presenta diverse intensità di tono che arrivano fino alla cannella, molto apprezzato nel segugio polacco. Il pelo bianco, ammissibile a forma di stella, si presenta come una frangia che arriva fino al muso, sulla regione pettorale, l’estreno degli arti, e la punta della coda. Il colore nero forma una mantello che si estende fino alla testa. Si osservano macchie chiaramente definite di colore focato sugli occhi. Il colore nero che si estende sulla canna nasale del segugio polacco è un motivo di squalifica.

TAGLIA E PESO

Altezza al garrese : Maschi : 56 - 65 cm, Femmine: 5 5- 60 cm.

Peso : Maschi : 25 - 32 kg, Femmine : 20 - 26 kg.

DIFETTI

Ogni scarto rispetto a quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità.

Muscolatura insufficiente.
Voce rauca.
Testa la cui cresta occipitale non è abbastanza pronunciata.
Arcate sopracciliari poco sviluppate
Muso troppo appuntito; muso nero.
Dentatura difettosa.
Occhi troppo chiari.
Orecchie troppo lunghe, troppo corte o staccate.
Cassa toracica poco sviluppata.
Coda fine, troppo corta o troppo lunga; poco fornita di pelo; avvolta.
Metacarpi inclinati.
Cuscinetti plantari piatti.
N.B. : I maschi devono avere due tessticoli di aspetto normale, ben discesi nello scroto.