Questo sito contribuisce alla audience di

BARBONE

TESTA:Distinta rettilinea proporzionata al tronco

; di lunghezza leggermente superiore ai 2/5 dell’altezza al garrese; non deve essere pesante ne massiccia, ma neanche eccessivamente fine. la scultura ossea deve trasparire sotto la pelle che la ricopre.
Muso : Profilo superiore rettilineo. La sua lunghezza è pari acirca 9/10 della lunghezza del cranio. Le due branche mandibolari sono quasi parallele tra loro. L’aspetto è solido, elegante ma non appuntito. Il suo profilo inferiore è dato dalla mandibola e non dal bordo del labbro superiore.
Stop : poco marcato.
Tartufo : pronunciato e ben sviluppato, con profilo verticale; narici aperte. NERO nei soggetti neri, bianchi e grigi, MARRONE nei soggetti marroni. Nei soggetti albicocca, può avere tutta la gamma delle sfumature dal marrone scuro al nero.
Mascelle : Normalmente chiuse, denti solidi. La mancanza di un molare non è penalizzata in giudizio o in occasione di una selezione.
Guance : non prominenti ma modellate sulle ossa . le regioni sottorbitali sono cesellate e poco piene. I masseteri, poco sviluppati, le arcate zigomatiche poco sporgenti.
Labbra : leggermente sviluppate, piuttosto asciutte di spessore medio; il labbro superiore poggia su quello inferiore senza essere pendente. Le labbra sono nere nei soggetti neri, bianchi e grigi ; pigmentate nei soggetti marroni. Nei soggetti albicocca, possono avere tutta la gamma delle sfumature dal marrone scuro al nero; il nero non è preferito ma viene accettato. La commessura labiale non deve essere accentuata.
Cranio : Ben modellato. La sua lunghezza è minore della lunghezza della testa ( la direzione degli assi forma un angolo assio-facciale di 16 - 19 gradi ). L’insieme del cranio, visto dall’alto, appare ovale nel senso longitudinale, leggermente convesso di profilo. Gli assi longitudinali sono leggermente divergenti.
Solco frontale : largo fra gli occhi, va diminuendo verso l’occipite, che è molto accentuato. ( un pò meno nei nani e Toy )
Arcate sopracigliari : moderatamente sporgenti, coperte da lunghi peli.
Occhi : dall’ espressione ardente; piazzati all’altezza dello stop con disegno a mandorla. Di color nero o bruno molto scuro nei soggetti neri, bianchi grigi e albicocca, possono essre ambra scuro nei soggetti marroni.
Orecchie : Abbastanza lunghe, pendenti lungo le guance, sono attaccate sul prolungamento della linea che parte sopra al tartufo e passa sottolapenta esterna dell’occhio. Piatte, si allargano dopo l’attaccatura e si arrotondano allìestremità: sono coperte da peli ondulati e molto lunghu. I soggetti le cui orecchie non raggiungono la commessura labiale non potranno ottenere la qualifica “eccellente”.
Collo : Solido, leggermente arcuato, dopo la nuca, di linghezza media, ben proporzionato, porta la testa alta e fiera. non presenta giogaia. Ha sezione ovale e la sua lunghezza è inferiore a qualla della testa.

Arti anteriori

Spalla e Braccio : Garrese moderatamente sviluppato. Spalla obliqua, muscolosa. La scapola e l’omero formano un angolo compreso fra i 90 e i 110 gradi. La lunghezza dell’omero corrisponde a qualla della scapola.
Avambraccio : arti anteriori perfettamente diritti e paralleli, eleganti, muscolosi e con buona ossatura. L’altezza del gomito al suolo è 5/9 dell’altezza del garrese al suolo.
Carpo : continua la linea superiore dell’avambraccio.
Metacarpo : Solido ma non massiccio, quasi diritto visto di profilo.
Piede : Piuttosto piccolo, solido, ovale,non allungato. Le dita sono ben arcuate, nervose, compatte, palmate; poggiano a piombo sulla pianta dura e spessa. Le unghie sono nere nei soggetti neri e grigi. nere o marrone nei soggetti marrone. I Barboni bianchi, possono avere tutte le sfumature del nero. Le unghie bianche sono un difetto. I soggetti albicocca possono avere tutte le sfumature dal marrone scuro al nero; il nero non è preferito ma viene accettato.

Tronco

Ben proporzionato. La sua lunghezza è generalmente superiore all’altezza al garrese.
Petto : Normale per un cane mediolineo; la punta dello sterno deve essere leggermente sporgente ed essere situato piuttosto in alto per dare alla testa un portamento più elevato, più naturale, e più fiero.
Torace : Disceso fino al gomito; La sua lunghezza è pari ai 2/3 della sua altezza ( dalla colonna vertebrale allo sterno ) ; la sua circonferenza misurata dietro le spalle deve essere superiore all’altezza al garrese di almeno 10 cm.
Costole : Ovali, più larghe nella parte dorsale.
Dorso : Corto ha una linea arminiosa. Non deve essere nè inarcato nè insellato. L’altezza dal suolo al garrese è pari a quella dal suolo alla groppa.
Reni : Solidi e muscolosi.
Groppa : Arrotondata ma non spiovente.
Coda : Attaccata abbastanza alta sulla linea dei reni. Deve essere accorciata a un terzo della lunghezza naturale, o della metà, nei Barboni a pelo riccio. Tuttavia, la coda lunga non è un difetto se è ben portata. Può essere lasciata lunga nei Barboni cordati. Durante l’azione, la coda è portata rialzata obbliquamente.

Arti Posteriori

Visti da dietro gli arti posteriori sono paralleli; hanno muscolatura sviluppata e molto visibile. L’articolazione con il garretto è abbastanza flesso. Gli angoli coxo-femorali, tibio-femorale e tibio-tarsico devono essere abbastanza accentuati per evitare un insieme troppo diritto che a volte ha come conseguenza l’inclinazione non desiderata della groppa.

Mantello

Bianco, nero, grigio e albicocca. Il marrone deve essere deciso uniforme a caldo.Non deve tendere al nero.
Il grigio non deve tendere nè al bianco nè al nero. L’albicocca non deve tendere nè al beige nè al crema nè al rosso o al bruno. I soggetti neri, marroni, grigi e albicocca hanno la pelle pigmentata in arminia con il colore del mantello, nei soggetti bianchi è ricercata la pelle argentata, ma la pigmentazione non deve alterare il colore del mentello. Esistono anche Barboni bianchi la cui pelle chiara presenta un effetto “tartufato”, non solo sulle parti interne, ma anche sul resto del corpo ciò non costituisce un dIfetto.
Nel Barbone a pelo riccio il pelo è abbondante di tessitura fine, lanosa, ben riccio, elastico e resistente alla pressione della mano. Spesso, fitto di lunghezza uniforme forma riccioli uguali e generalmente pettinati. Nel Barbone a pelo cordato esso è abbondante, di tessitura fine e lanosa, fitto forma delle cordelline ben caratterizzate, tutte della stessa lunghezza. Più sono lunghe, meglio è ; devono comunque superare sempre i 20 cm. Ai due lati della testa, le cordelline possono essere trattenute da un laccio sopra le orecchie; quelle del corpo vanno ripartite da una sciminatura per evitare un effetto disordinato.